Job In Tourism > News > Professioni > Un principe tra i maître

Un principe tra i maître

Di Carmine Lamorte, 8 ottobre 2010

È stato il verbanese Claudio Recchia, primo maître e sommelier del ristorante del Villa Principe Leopoldo hotel & spa, a ricevere significativamente il prestigioso Five star diamond award per conto dello staff dell’hotel affacciato sulle sponde del lago di Lugano. Ma tale recente riconoscimento, a cura dalla prestigiosa American academy of hospitality science, che da anni premia l’eccellenza nel settore della ristorazione, dell’ospitalità e del lusso, è solo l’ultimo di una lunga serie di premi ricevuti dal maître verbanese, che può essere considerato un vero e proprio principe italiano dell’arte del servizio in sala: 49 anni, residente a Intra con la propria famiglia, Recchia si è diplomato all’istituto alberghiero Erminio Maggia di Stresa, per poi perfezionare la propria preparazione lavorando in Inghilterra, Germania e Francia, prima di diventare primo maître e sommelier al Villa Principe Leopoldo della catena Relais & Chateaux. Tra i suoi riconoscimenti più prestigiosi, Recchia vanta, così, quello di Professionista dell’anno 2006: una sorta di Oscar della ristorazione e dell’ospitalità conferito da Solidus, il colosso che raggruppa le maggiori associazioni professionali del settore.
Non solo: quattro anni fa il maître verbanese ha anche ricevuto il titolo di Gran maestro della ristorazione italiana da parte dell’Associazione maître italiani ristoranti e alberghi (Amira). Un riconoscimento particolarmente significativo non solo perché attribuito ogni anno unicamente a due soli professionisti del settore, ma anche perché, per Recchia, si è fatta un’eccezione al regolamento. Normalmente, infatti, il titolo di Gran maestro può essere conferito unicamente a chi abbia già compiuto il proprio cinquantesimo anno di età e abbia alle spalle 15 anni di attività: il professionista verbanese, invece, lo ha ricevuto a 45 anni ed è stato il primo maître a fregiarsi di tale titolo in così giovane età. Ma la carriera di Recchia è stata costellata anche da altri importanti riconoscimenti, come, per citarne ancora due, il Papillon d’or 1995, quale miglior maître di tutta la Svizzera, e il Tartufo d’oro di Gubbio.

*Barman professionista e amministratore unico della società di consulenza Cl professional

Comments are closed

  • Categorie

  • Tag

Articoli Correlati