Job In Tourism > News > News > Focus sul nuovo turismo

Focus sul nuovo turismo

Di Floriana Lipparini, 23 Luglio 2004

Sta per cambiare l’approccio alle problematiche del turismo sotto l’aspetto dell’incoming, tanto importante per l’Italia, un paese che le statistiche indicano in discesa come destinazione a livello internazionale, nonostante le enormi attrattive che lo pongono in cima alla classifica Unesco?
E in quale ottica si dovranno porre gli operatori del mondo turistico-alberghiero per cogliere le nuove opportunità?
Queste e altre domande sorgono dalla recente promulgazione della legge regionale n. 8 -14 aprile 2004, che all’art. 3 istituisce i “sistemi turistici locali” (Stl).
Era il tema dell’interessante seminario “Focus sui sistemi turistici locali”, svoltosi il 6 luglio all’Università Milano Bicocca , che ha affrontato l’importante novità a supporto dello sviluppo turistico locale, proponendosi di fare il punto “sulla collaborazione tra iniziative pubbliche e progetti privati, sulle reti territoriali e comunicative che caratterizzeranno nei prossimi anni il rilancio dell’incoming in Lombardia”.
Le questioni su cui si sono interrogati i relatori, politici ed esperti, erano numerose: il ruolo delle autonomie locali e funzionali; cosa fare per promuovere e realizzare un sistema turistico locale; come procedere all’integrazione delle risorse turistiche locali; il ruolo delle imprese, singole o associate; come valorizzare gli eventi, le manifestazioni etniche, le tradizioni culturali ed enogastronomiche; come sostenere le nuove tecnologie della comunicazione; come coinvolgere gli esperti nella fase dello start-up e della valutazione di un sistema turistico locale.
Il seminario è nato all’interno del corso di laurea in Scienze del turismo e comunità locale – sede naturale della ricerca e dell’innovazione in questo campo – che prepara appunto operatori specializzati nell’incoming, oltre a organizzare master di aggiornamento per dipendenti della pubblica amministrazione “allo scopo di accompagnarli nell’approccio neo-comunitario e sistemico allo sviluppo locale”.
Nella sua relazione, “Il consorzio alberghiero e l’integrazione tra soggetti pubblici e privati in un sistema turistico locale”, il docente di economia e gestione delle imprese turistiche Paolo Bonelli ha posto in evidenza un dato: nell’ultimo decennio del secolo scorso gli arrivi di turisti in Europa sono passati dai 280 milioni del 1990 ai 400 milioni del 2000. Nessun’altra attività economica, ha sottolineato, con l’eccezione di quelle legate a salti tecnologici (internet, telefonia mobile) ha avuto un uguale trend di sviluppo.
Che l’Italia possieda una straordinaria ricchezza di attrattive turistiche, ancora parzialmente inutilizzate, e quindi una potenzialità turistica da sviluppare è cosa universalmente nota. A questo punta la nuova legge che istituisce i sistemi turistici locali e che consentirà di sostenere le imprese turistiche e i consorzi tra le imprese. Quali le tappe? Identificare le opportunità di sviluppo non ancora completamente utilizzate, valutare gli investimenti necessari, individuare i principali obiettivi, tracciare le linee generali di un programma operativo.
Gli obiettivi più interessanti per gli operatori del settore sono facili da segnalare: aumentare il numero di turisti che arrivano; aumentare la lunghezza media della permanenza; aumentare il livello di spesa del turista medio; allungare la durata della stagione; migliorare gli standard di servizio, in linea con le esigenze dei segmenti di riferimento.
Una svolta di ampia portata che necessita di strumenti molto professionali: progettazione, programmazione, formazione, integrazione fra marketing di prodotto e marketing territoriale, creazione di reti territoriali e comunicative che coinvolgano tutti i soggetti presenti.
In altre parole: conoscere le risorse, capire il mercato, sviluppare una strategia, elaborare un piano di marketing, curare la comunicazione… E puntare a un turismo di qualità, rispettoso delle identità locali e del patrimonio naturale. Carte vincenti per vincere la sfida del futuro a livello internazionale.

Comments are closed

  • Categorie

  • Tag

Articoli Correlati