Job In Tourism > News > Prodotti > Focus sui temi dell’accoglienza

Focus sui temi dell’accoglienza

Lezioni di semplice comprensione e di immediata applicabilità

Lezioni di semplice comprensione e di immediata applicabilità

Di Giorgio Bini, 24 settembre 2010

WWW.NESTLEPROFESSIONAL.COM

Un modo nuovo di fare marketing, teso a creare un dialogo costruttivo e duraturo tra clienti e partner fornitore. È il master on-line Sweet Hospitality, che Nestlé Professional, la divisione Nestlé dedicata al food & beverage fuori di casa, dedica ai propri clienti del comparto hotel e ristorazione: cinque serie di lezioni, scaricabili gratuitamente dal sito sweethospitality.it, tenute da esperti in grado di fornire preziose indicazioni sui temi dell’accoglienza. «Il tutto, non solo in termini di cortesia, disponibilità e cura dei particolari, ma anche di organizzazione del lavoro psicologia e marketing», racconta Federica Braghi, responsabile marketing Nestlé Professional. «L’idea di questo nuovo progetto ci è venuta dalla consapevolezza del know-how accumulato dal nostro gruppo in tanti anni di attività. Abbiamo preso così spunto dai suggerimenti, in tema di preparazione e presentazione dei piatti, elaborati dagli chef del nostro Spazio culinario: un laboratorio creativo dedicato allo sviluppo dei nuovi prodotti, dove spesso organizziamo anche training per i venditori e per alcuni clienti, nonché presentazioni, degustazioni ed eventi. A partire da questa base, e dalle ricerche di mercato effettuate dalla nostra unità di business intelligence, abbiamo poi ampliato il discorso, coinvolgendo, in collaborazione con la nostra agenzia di relazioni pubbliche, anche esperti, docenti e professionisti esterni».
Oltre che dal responsabile dello Spazio culinario, lo chef Marco Vinci, il corpo insegnanti del master Sweet Hospitality è così composto dalla docente di organizzazione e gestione del personale dell’ateneo meneghino Sda Bocconi, Marina Puricelli, dalla scrittrice e consulente in materia di bon ton, Barbara Ronchi della Rocca, dalla docente di psicologia presso l’università Cattolica di Milano, Fabiana Gatti, e dal maggiordomo e consulente, Giovanni Lodigiani. Al corso, già attivo da qualche mese, si può iscrivere qualsiasi hotel con ristorazione o ristorante indipendente, semplicemente registrandosi sul sito sweethospitality.it. Il master è pensato per essere fruibile sia dal personale di livello più elevato, come direttori e f&b manager, sia dalle figure junior. Al termine delle lezioni, è previsto, inoltre, un breve esame on-line, rappresentato da un questionario sugli argomenti trattati.
«La nostra prima intenzione», riprende Braghi, «è quella di selezionare un gruppo di imprese dell’ospitalità e della ristorazione interessate al progetto, con cui instaurare un dialogo permanente per migliorare e crescere insieme. Vorremmo, inoltre, che Sweet Hospitality diventasse un marchio di certificazione della qualità, in grado di segnalare al pubblico i locali che si distinguono per il livello della loro accoglienza». Nestlé crede molto in questo nuovo progetto, che reputa un’operazione win-win per tutti i suoi protagonisti: «Come è noto, il nostro gruppo è un’azienda attiva al contempo nei segmenti b2b e b2c. È perciò di fondamentale importanza che i clienti finali, quando consumano i nostri prodotti in un esercizio commerciale, possano vivere un’esperienza positiva a 360 gradi, a partire proprio dalla qualità dell’ospitalità. Ma questo, in fondo, è anche l’obiettivo di albergatori e ristoratori, nonché degli stessi consumatori».
Il master Sweet Hospitality è così pensato per essere un work in progress permanente, capace di analizzare i trend principali che di volta in volta emergono nel mercato e di venire incontro alle varie esigenze dei partner di Nestlé Professional. «Le lezioni, poi», conclude Braghi, «sono state tutte pensate per essere di semplice comprensione e di immediata applicabilità pratica: a cominciare dallo stesso layout grafico delle nostre pagine web, sul quale continuiamo a lavorare al fine di rendere il master sempre più facilmente fruibile, soprattutto per coloro che non hanno ancora una grande dimestichezza con internet. Gli argomenti del corso, infine, spaziano dai temi più generali, relativi per esempio all’organizzazione del lavoro, alle piccole regole di buon senso, apparentemente banali, ma non sempre applicate da tutti. Tra i nostri obiettivi, infatti, c’è anche quello di dare un piccolo ma concreto contributo al miglioramento della qualità dell’accoglienza italiana».

Un partner dall’esperienza globale

Nestlé Professional è la divisione Nestlé dedicata al mercato del fuori casa, che fornisce soluzioni innovative nel mondo del food & beverage. Dalla prima colazione al dessert, Nestlé Professional è partner degli operatori professionali che operano nei settori hotel e ristorazione, bar, gelateria e pasticceria e vending con un portafoglio di circa 700 prodotti. La divisione racchiude in sé l’esperienza globale del proprio gruppo Nestlé, che vanta 480 unità produttive distribuite in oltre 86 paesi e si avvale dell’impegno di oltre 3.500 ricercatori di 50 nazionalità diverse, impegnati nella sperimentazione e nella realizzazione di sempre nuovi prodotti.

Comments are closed

  • Categorie

  • Tag

Articoli Correlati