Job In Tourism > News > Wellness > La ricerca dell’equilibrio ideale

La ricerca dell’equilibrio ideale

I loro programmi combinano salute preventiva e benessere

I loro programmi combinano salute preventiva e benessere

Di Massimiliano Sarti, 10 settembre 2010

Personalizzazione e prevenzione. Sono queste le due parole d’ordine della nuova offerta benessere delle monegasche Thermes Marins, che Frederic Darnet, spa manager del centro benessere parte del gruppo Monte Carlo Sbm, sta sviluppando all’insegna del concetto di rigenerazione: «Si tratta del segno di un rinnovamento all’interno della tradizione di una destinazione dall’ultrasecolare vocazione talassoterapica; ma anche della promessa, che facciamo a ogni ospite, di poter ritrovare un nuovo equilibrio. Il tutto grazie a trattamenti adeguati allo stile di vita attuale, talvolta decisamente stressante per l’organismo. Il concept rigenerazione, in altre parole, si prefigge l’obiettivo di aiutare i nostri clienti a riguadagnare il proprio equilibrio psicofisico ideale».
A tal fine, le Thermes Marins sottopongono ogni ospite, appena giunto nella struttura monegasca, a dei minuziosi check-up medici, sulla base dei quali vengono elaborati programmi e trattamenti altamente personalizzati. Una strategia di intervento che combina salute preventiva e benessere e che si inserisce pienamente in un trend generale seguito ormai da numerose spa tra le più prestigiose e all’avanguardia al mondo. «A Montecarlo, però, la nostra proposta medico-estetica», racconta lo stesso Darnet, «si arricchisce di quella atmosfera glamour che si può vivere e respirare solo nel Principato. Qui alle Thermes Marins, inoltre, beneficiamo di risorse d’eccellenza e di supporti tecnologici avanzatissimi, che ci consentono di assicurare l’efficacia e la qualità di tutti i nostri programmi».
Molti degli esami estetici, nonché dei check-up biologici, nutrizionali, biomeccanici, posturali e cardiologici a disposizione degli ospiti, sono così affidati a istituti monegaschi specializzati, come, per esempio, il Centro cardio-toracico di Monaco, l’Istituto monegasco di medicina e chirurgia sportiva (Im2s) o il Monte Carlo Lifecheck, tutti situati in prossimità delle stesse Thermes Marins. «In questi casi noi interveniamo nella combinazione degli appuntamenti, nell’analisi globale dei risultati clinici e, infine, nella messa a punto dei programmi d’intervento, grazie anche alla preziosa collaborazione dei tre medici presenti nella nostra struttura», prosegue Darnet. «Tra i test più completi di cui ci serviamo, per esempio, c’è quello bioenergetico, che permette di scoprire le conseguenze sulla salute fisica e psicologica dell’azione di tutte le forme di aggressione ambientale: dai campi magnetici alle diverse tipologie di inquinamento, dai virus allo stress. Non solo: tale esame è pure in grado di evidenziare le minime alterazioni emozionali in corso o del passato. In questo modo possiamo identificare gli squilibri presenti nei flussi energetici del corpo, tracciandone l’andamento ed evidenziandone i punti di blocco: un importante punto di partenza da cui dedurre i successivi programmi e i prodotti più adatti alle caratteristiche personali di ciascuno».
Grandi investimenti le Thermes Marins riservano poi alle apparecchiature tecnologiche di supporto ai trattamenti. «Di norma», riprende Darnet, «ci rivolgiamo solo a partner professionali capaci di evolversi e di innovarsi, al passo con le punte più avanzate del progresso medico-scientifico. Società in grado, inoltre, di fornire a tutti i nostri collaboratori della spa (medici, allenatori sportivi, idro e fisioterapisti, estetiste) la formazione continua necessaria a mantenerli aggiornati su tutte le ultime novità in materia».
Tra i dispositivi medici a disposizione degli ospiti c’è così, per esempio, lo Human Tecar, che si serve di onde a radiofrequenza per accelerare i processi di autoriparazione biologica dei tessuti, nel rispetto della naturale fisiologia degli stessi. «È uno strumento ideale nella lotta contro le infiammazioni osteo-articolari, l’artrosi e le tendiniti in fase acuta o cronica», conclude Darnet. «L’Endermolab della Lpg, invece, è un macchinario corpo e viso, che agisce sulla pelle in modo da renderla liscia, rassodata e ringiovanita. L’Indiba, infine, utilizza le onde ad alta frequenza per agire sull’equilibrio ionico delle cellule, permettendo la liberazione dagli strati adiposi, nonché la rigenerazione e il rassodamento dei tessuti disidratati. È ideale contro l’invecchiamento cutaneo e per combattere i problemi di cellulite».

Piacere ed equilibrio a tavola

Le Thermes Marins beneficiano anche della presenza di un ristorante interno: l’Hirondelle, condotto dallo chef Jacky Oberti, non solo è la tavola abituale degli ospiti che effettuano i trattamenti, ma anche un punto di riferimento per chi desidera combinare piacere gastronomico ed equilibrio nutrizionale. «Parto dal principio che si possa controllare la propria alimentazione senza soffrire. Tutti i miei menu, infatti, sono costruiti per piacere, senza mai dimenticare i piccoli peccati di golosità che rappresentano una delle delizie della vita», racconta lo stesso Oberti. «A tal fine scelgo soprattutto prodotti freschi e gustosi, rappresentativi della produzione locale e della stagionalità in corso. Mi ispiro, inoltre, alla cucina mediterranea, in particolare a quella cretese, e talvolta anche a quella thailandese, perché sono entrambe ricche di verdure e con pochi grassi e proteine».
Oberti sceglie così i prodotti per le proprie portate, li combina tra loro e immagina degli abbinamenti che poi sottopone alla dietologa dello stabilimento per la valutazione dell’impatto calorico e dell’apporto nutrizionale. A pranzo all’Hirondelle ci sono sempre menu completi (dessert compreso) a meno di 650 calorie e un menu «mercato» equilibrato a 1.200 calorie, che ciascuno può combinare a suo piacimento privilegiando le verdure o concedendosi un dessert.

Identikit della spa

Le Thermes Marins si estendono su una superficie complessiva di 6.600 metri quadrati, disposti su quattro piani. Sono dotate di due piscine d’acqua marina scaldata, 37 cabine per i trattamenti, uno spazio acqua fitness, un hammam, due saune, un istituto di bellezza, il ristorante Hirondelle, il bar Atlantide e una boutique interna. Il suo staff è composto da tre medici, una dietista e oltre 40 terapeuti, in grado di offrire, tra l’altro, dieci massaggi specifici (come lo shiatsu, il thaï o il massaggio all’olio d’argan bio al 100%). La spa, infine, è collegata, tramite un passaggio interno, direttamente agli hotel de Paris ed Hermitage dello stesso gruppo Monte Carlo Sbm.

Comments are closed

  • Categorie

  • Tag

Articoli Correlati