Job In Tourism > News > News > In Grecia non si fermano i progetti d’investimento turistico-alberghieri

In Grecia non si fermano i progetti d’investimento turistico-alberghieri

Di Job in Tourism, 9 aprile 2010

Il momento per la Grecia, alle prese con le note vicende legate ai propri conti pubblici non in linea con i parametri dell’Unione monetaria, non è certo dei più facili. Ciononostante, le attività di investimento nel settore turistico-alberghiero paiono, per ora, non fermarsi. Sarà infatti inaugurata a maggio Navarino Dunes, la prima fase del progetto greco Costa Navarino. Realizzato dalla società ellenica Temes nella regione di Messinia, nel Peloponneso sud-occidentale, il complesso mira a diventare una delle mete più esclusive del Mediterraneo. La nuova destinazione proporrà, tra l’altro, il primo campo da golf ellenico firmato e una spa con un concept basato sulla commistione tra la tradizione greca, nel campo della medicina e della filosofia, e i più moderni trattamenti scientifici. La prima fase del progetto, in particolare, si svilupperà su 130 ettari di superficie e prevede l’apertura di due alberghi Starwood: the Romanos, a luxury collection resort, e the Westin resort, Costa Navarino.
Ma il complesso è solo una parte dell’intensa attività di investimento nel settore turistico-alberghiero che ha caratterizzato la Grecia nell’ultimo quadriennio. Secondo i recenti dati forniti dall’Ente del turismo ellenico (Eot), in tale periodo sarebbero infatti stati approvati ben 659 progetti relativi al comparto dell’ospitalità, per un valore complessivo di 3,5 miliardi di euro, di cui circa 1,5 miliardi di origine pubblica e i rimanenti 2 miliardi di provenienza privata. Gli investimenti avrebbero interessato principalmente le aree geografiche del Sud Egeo (oltre un miliardo di euro), del Peloponneso (798 milioni), di Creta (548 milioni), della Macedonia centrale (206 milioni), dell’Epiro (179 milioni) e delle isole Ionie (166 milioni).

Comments are closed

  • Categorie

  • Tag

Articoli Correlati