Job In Tourism > News > News > Il Marriott Milano punta sulla ristorazione con il nuovo chef executive Claudio Sfiller

Il Marriott Milano punta sulla ristorazione con il nuovo chef executive Claudio Sfiller

Di Massimiliano Sarti, 2 marzo 2007

La cucina come vetrina dei servizi dell’hotel. È quanto devono aver pensato al Marriott di Milano, che prosegue nelle sue iniziative a sfondo culinario per far conoscere la struttura di via Washington al pubblico milanese. E proprio per rafforzare l’offerta ristorativa e permettere un ulteriore salto di qualità è arrivato poco più di un mese fa il nuovo chef executive, Claudio Sfiller. Di origine veneta, ma con una vasta esperienza internazionale, il nuovo responsabile della ristorazione del Marriott a Milano ha ottenuto, durante la sua permanenza al Forte Village Resort, il prestigioso riconoscimento internazionale «One of the world’s best chef».
«Con Claudio abbiamo grandi progetti», ha raccontato il general manager Santo Alba. «Grazie a lui proporremo una linea gastronomica completamente rivisitata, con l’idea di valorizzare i prodotti di stagione nel contesto della tradizione italiana. Ma la nostra politica di ristorazione vuole soprattutto dare all’ospite ciò di cui ha bisogno, con un’offerta a 360 gradi che permetta di realizzare progetti costruiti sartorialmente sulle esigenze del cliente».
C’e da segnalare anche l’inaugurazione del nuovo Bar 66: aperto tutti i giorni, a partire dalle 17, è un ambiente dalle atmosfere eleganti, dove incontrarsi con amici e colleghi, sorseggiare classici drink e assaporare gustosi snack accompagnati dalle dolci note di un piano. Continua, poi, il tradizionale brunch musicale domenicale a La Brasserie de Milan. Filo conduttore della nuova stagione è il giro d’Italia: ogni settimana una tappa diversa, con piatti provenienti da angoli diversi del nostro paese. Una proposta ideale per le famiglie, grazie anche allo spazio riservato agli ospiti più piccoli e agli spettacoli d’intrattenimento a loro dedicati. Per la rassegna gastronomica «Sapori e Gusti DiVini» il prossimo appuntamento, infine, è con il Piemonte: dal 5 marzo al 29 aprile, degustazione di vini della cantina Marchesi di Barolo accompagnati da specialità locali.
Ma l’enogastronomia è un aspetto fondamentale per tutti gli alberghi del gruppo Marriott. A dimostrarlo è il recente annuncio relativo all’eliminazione dei grassi trans-idrogenati e vegetali modificati dalle patatine fritte servite negli alberghi della catena in Nord America. Inoltre, in alcune strutture del gruppo, gli chef condividono i loro segreti con piccoli gruppi di ospiti, in cucine appositamente allestite, dove si tengono brevi laboratori per imparare a scegliere gli ingredienti più freschi e a utilizzare le spezie più esotiche. Tra gli alberghi coinvolti nell’iniziativa, il Jw Marriott Phuket resorts & spa e il Renaissance Koh Samui resort & spa in Thailandia, il Renaissance Munich hotel in Germania e il Renaissance Bali resort villas & spa a Bali, in Indonesia.
L’attenzione di Marriott nei confronti della gastronomia crea persino nuove tendenze: New Arabian Cuisine, un libro di ricette uscito lo scorso ottobre, ha vinto il primo premio dei prestigiosi Gourmand World Cook Awards 2006 nella sezione Miglior libro di cucina straniera. L’idea è nata dalla collaborazione di quattro chef del Jw Marriott Dubai (il tedesco Ingo Maa, il francese Christian Jean, l’egiziano Amgad Zaki e il siriano Khalil Zakhem), che hanno saputo armonizzare gli affascinanti sapori del Medio Oriente con elementi della tradizione europea.

La Ricetta

Caprese di mare con olio nuovo e origano

(Claudio Sfiller)

Ingredienti per quattro persone

500 gr. di pesci di piccola pesca (saraghetti, monnorine, pagellini) squamati, filettati e spinati; 200 gr. di mozzarella di bufala tagliata a fette; 200 gr. di melanzana tagliata a fette e cotta alla brace; 200 gr. di pomodoro S. Marzano tagliato a fette e condito con origano secco; 3 cucchiai di olio di oliva extravergine ligure.

Procedimento

Scottare in una padella antiaderente con poco olio i filettini di pesce, rendendoli ben croccanti e salandoli leggermente. Comporre il piatto partendo da una fetta di melanzana, pomodoro, mozzarella e così via, andando a formare una piccola torre, prima di servire passare al forno per due minuti a 180 gradi. Porre sul piatto e condire con l’olio extravergine e l’origano.

Comments are closed

  • Categorie

  • Tag

Articoli Correlati