Job In Tourism > News > News > Da bunker antiatomico a hotel zero stelle

Da bunker antiatomico a hotel zero stelle

Di Job in Tourism, 23 aprile 2010

A metà tra un hotel e un’installazione artistica. Ma i suoi due autori, i gemelli svizzeri Frank e Patrik Riklin, insistono a dire che, tra i loro obiettivi, c’è anche quello di lanciare un modello di ospitalità innovativo. È il nuovo Null Stern hotel, realizzato dai due artisti a Teufen, nel cantone elvetico di Appenzell Ausserrhoden, in collaborazione con Daniel Charbonnier, co-fondatore della società di consulenza alberghiera Minds in Motion: una struttura a zero stelle, il cui motto recita «la vera stella sei tu». L’albergo, a cui si attaglia perfettamente l’aggettivo spartano, è in grado di accogliere fino a 14 ospiti, grazie ai suoi sei letti singoli e quattro matrimoniali, distribuiti in due stanze separate. I prezzi sono decisamente abbordabili (da 10 a 30 franchi svizzeri per persona a notte, corrispondenti a circa 7-20 euro), ma certo non bisogna avere troppe pretese. Il concept, tuttavia, oltre a essere decisamente sostenibile, secondo i gemelli Riklin può dimostrarsi particolarmente utile a chi intenda trasformare proprietà immobiliari ormai desuete, come i bunker antiatomici dell’epoca della guerra fredda appunto, in nuove opportunità di business.

Comments are closed

  • Categorie

  • Tag

Articoli Correlati