Job In Tourism > News > Formazione > Arte dell’ospitalità e AI: innovare nella tradizione

Arte dell’ospitalità e AI: innovare nella tradizione

L’esperienza di Its Academy in Veneto, che da ottobre apre anche a Treviso

L’esperienza di Its Academy in Veneto, che da ottobre apre anche a Treviso

Di Giorgio Bini, 11 Giugno 2019

Arte dell’ospitalità a braccetto con l’Intelligenza Artificiale: è il turismo 4.0. Naturalmente non si tratta che di una sintesi portata all’estremo, ma fotografa in maniera efficace quello che, oggi, chi si avvicina al mondo del lavoro nel settore dovrebbe chiedere all’universo della formazione. Ne sono convinti all’Its Academy, realtà che si pone come alternativa al percorso universitario tradizionale, per orientarsi verso una formula formativa pubblico-privata, promossa attivamente da Ministero e Regione e gestita da una fondazione a guida imprenditoriale. Its Academy Turismo del Veneto mira a formare Tecnici Specializzati che abbiano le competenze necessarie e immediatamente spendibili nel mondo del lavoro. Il 70% dei docenti proviene dal mondo dell’azienda, manager, professionisti, imprenditori del settore che garantiscono un collegamento concreto con le reali necessità del mondo del lavoro.
“Innovare nella tradizione dell’ospitalità”, queste sono le parole del presidente della Fondazione Its Turismo del Veneto, Massimiliano Schiavon, che sottolinea come l’obiettivo comune a tutti i corsi offerti rimanga quello di fornire strumenti che mirino a una gestione più efficiente dell’intera offerta turistica, contrastando la stagionalità dell’impiego e valorizzando un territorio come quello del Veneto che negli ultimi anni si è attestato come prima Regione a livello europeo per le presenze turistiche (8,3% del PIL, 16 mln di arrivi e 65 mln di presenze, di cui il 65% internazionali, nel 2016).

Domanda. Quali sono oggi le sfide principali e le principali richieste nell’ambito formativo?
Risposta. “Attualmente le aziende avanzano richieste di competenze trasversali che combinino la tradizionale arte dell’ospitalità alla capacità di allinearsi con un panorama internazionale sempre più orientato alla digitalizzazione. Per rimanere allineati con le loro reali necessità, da ottobre 2018 è stato introdotto un nuovo percorso di formazione con focus principale sul mondo digital (intelligenza artificiale, realtà virtuale e aumentata, gestione e trattamenti dei big data, neurowebmarketing): si tratta del corso Tourism 4.0. L’obiettivo è formare tecnici specializzati che sappiano interagire con le evoluzioni digitali e sappiano applicarle all’ambito della professione turistica ottimizzando i tempi ed i servizi stessi”.
L’innovazione deve rimanere comunque un punto fermo per l’intero universo formativo, e dunque si investe nell’aggiornamento anche per quanto riguarda i due corsi tradizionali: Hospitality Management e Restaurant Business Management.

A ogni sede il suo percorso

Il percorso si sviluppa in un biennio di alta formazione dove i futuri “super tecnici” approfondiranno materie turistiche, economiche, di comunicazione e marketing, affrontandole sia da un punto di vista teorico che pratico, attraverso uno stage. “Grazie a questo taglio estremamente professionalizzante l’Its Academy Turismo Veneto si è qualificato, anche quest’anno, al primo posto per numero di occupati a dodici mesi dal conseguimento del titolo, per numero di diplomati e per le caratteristiche dei corsi attivati. I percorsi biennali, che garantiscono il diploma di quinto livello EQF, sono tre: Hospitality Management a Jesolo, Asiago e Bardolino; Restaurant Business Management a Valeggio sul Mincio e Treviso; Hospitality Management Tourism 4.0 a Jesolo, che ha debuttato l’anno scorso ed è caratterizzato da un orientamento prevalentemente Digital.
La rete Its Turismo si sta dunque ulteriormente ampliando arrivando a toccare, da ottobre 2019, anche Treviso: la città ospiterà il corso di Restaurant Business Management. L’obiettivo è quello di creare professionisti capaci di rendere più attrattivo il settore della ristorazione, generare esperienze attraverso l’offerta enogastronomica territoriale, saper ideare, comunicare, e vendere continue proposte basate sui trend di mercato.
E si tratta di una scelta in linea con il trend di cui sta godendo in questo momento il turismo legato al food & beverage, investendo nella forte vocazione alla valorizzazione del settore sul territorio del Triveneto.
Per ogni percorso di formazione sono disponibili al massimo 25 posti e per poter accedere è previsto un test d’ingresso. Le preiscrizioni sono già aperte sul sito www.itsturismo.it.

Le figure professionali

Tra le figure professionali che si creano attraverso il percorso HM si contano assistenti alla direzione di imprese ricettive, operatori di agenzie di viaggio, addetti al marketing, alle vendite e anche responsabili dell’accoglienza; con il percorso RBM invece il settore di riferimento è quello del food&beverage, quindi responsabili di unità ristorative ed alberghiere, di banqueting ed eventi, catering e crocieristica, cantine vitivinicole e specifici settori enogastronomici che richiedano esperti comunicatori dei prodotti.

Il placement

Tutti i neodiplomati sono al momento occupati presso strutture turistiche, alberghiere, tour operator, ristoranti, agenzie di comunicazione e agenzie territoriali: i percorsi di alta formazione tecnica post diploma riescono a coniugare la parte formativa con l’esperienza diretta in azienda proponendo nel piano di studi circa il 60% dedicato all’aula e il 40% allo stage formativo, rendendo immediatamente spendibile il diploma acquisito.
“Il dato interessante è che oltre il 90% dei diplomati trova lavoro entro un anno dalla conclusione del percorso: di questi, il 97% trova un lavoro coerente con l’ambito di specializzazione. La richiesta delle imprese del settore turistico è molto più elevata del numero dei diplomati che concludono il percorso di alta formazione”.

Identikit

Gli Its – istituti tecnici superiori – sono “Scuole ad alta specializzazione tecnologica” nati per rispondere alla crescente domanda da parte del mercato del lavoro di “super tecnici” specializzati negli ambiti considerati strategici per lo sviluppo del Paese: partendo dal turismo e dall’agroalimentare, toccando l’ambito dell’efficienza energetica ed edilizia sostenibile, della mobilità sostenibile e logistica, della meccatronica e della moda. L’Its Academy Turismo del Veneto ha una presenza capillare sul territorio con particolare attenzione ai luoghi a forte vocazione turistica: Jesolo, Bardolino, Valeggio sul Mincio, Asiago e a partire dal prossimo ottobre anche nella Marca Trevigiana. Si rivolge a studenti diplomati, a laureati e alle aziende.

Comments are closed

  • Categorie

  • Tag

Articoli Correlati