Job In Tourism > News > Trend > Turismo neve in lieve ripresa

Turismo neve in lieve ripresa

Settimane e weekend bianchi: cala il numero dei viaggiatori, ma aumenta il giro d'affari

Settimane e weekend bianchi: cala il numero dei viaggiatori, ma aumenta il giro d'affari

Di Job in Tourism, 10 aprile 2014

«Considerando l’innevamento naturale che caratterizza ancora molte località montane italiane, al punto da poter sciare fino a Pasqua, confidiamo che i risultati realizzati dal turismo bianco nei primi tre mesi dell’anno possano consolidare un dato che, in un momento di estrema crisi come l’attuale, rappresenta forse un primo timido segnale di inversione di tendenza». È il commento del presidente Federalberghi, Bernabò Bocca, alla lettura dei primi risultati neve, relativi al trimestre gennaio-marzo 2014, elaborati dall’istituto Acs Marketing Solutions su sollecitazione della stessa associazione legata a Confcommercio. Sebbene, infatti, sia diminuito il numero di italiani, che si sono recati in località sciistiche nazionali e internazionali, passato dai 7,86 milioni del primo trimestre 2013 ai 7,53 milioni dello stesso periodo 2014, è salito al contempo a ritmi discreti il giro d’affari complessivo generato dal turismo bianco, che ha raggiunto i 4,96 miliardi di euro, aumentando del 6,4% rispetto al primo trimestre 2013: una percentuale ben al di sopra del tasso di inflazione tendenziale annuo, che a marzo di quest’anno, secondo i più recenti dati Istat, non ha superato lo 0,4%.
«Il calo percentuale dei vacanzieri italiani», ha aggiunto quindi Bocca, «di coloro cioè che si sono mossi per un periodo di soggiorno in una delle molteplici località neve della penisola, è stato più che compensato dal numero complessivo degli sciatori che, peraltro, ha sostenuto il giro d’affari dell’intera filiera». A crescere è stata, in particolare, la formula weekend bianco, scelta da circa 4,85 milioni di italiani, contro i 4,49 milioni del primo trimestre 2013 (+8,2%). In lieve calo, invece, i fautori della settimana bianca, passati dai 3,78 milioni dell’anno scorso ai 3,64 milioni dei primi tre mesi del 2014. Nel complesso, infine, gli italiani, che si sono concessi un viaggio all’insegna delle attrazioni invernali, hanno scelto, per l’88,2%, una destinazione della penisola come loro meta di soggiorno, mentre il restante 11,8% ha preferito andare all’estero.

Comments are closed

  • Categorie

  • Tag

Articoli Correlati