Job In Tourism > News > Editoriale > Tornare al lavoro, nell’incertezza / Going back to work, amidst uncertainties

Tornare al lavoro, nell’incertezza / Going back to work, amidst uncertainties

Di Antonio Caneva, 11 Settembre 2019

E rieccoci. Il mese di agosto è volato veloce, chi ha lavorato, chi ha fatto vacanza e chi le sta sospirando. Ci troviamo nuovamente ad affrontare il quotidiano cercando di guardare l’orizzonte, in lontananza, anche se non sembra molto chiaro.

Dall’estero, dove mi trovavo, ricevevo notizie frammentarie di quanto succedeva in Italia a livello politico / istituzionale, dove il vincitore a man bassa di tutti i sondaggi riusciva a farsi del male da solo, ponendo il Paese in un clima di incertezze. Poi sono tornato in Italia, ed ho capito ancora meno cosa accadeva; amici / nemici, nemici / amici, c’è di che perdere la lucidità.

Tutto questo mentre la situazione economica ristagna, i dati non sono confortanti e ci stiamo confrontando con il macigno dell’ipotetico aumento dell’IVA. Ma non ci scoraggiamo e cerchiamo di fare di più e meglio.

Ogni innovazione richiede una certa dose di incoscienza, ed in questo senso l’ampliamento delle nostre job fair, TFP Summit, a Rimini, lo è. Fino a dieci anni orsono era pazzesco pensare un evento in cui le aziende potessero incontrare candidati per colmare le carenze d’organico; c’è voluto impegno e costanza ma ora ormai proponiamo questo modello a Milano, Verona, Napoli, Rimini. Stranamente, ma non troppo considerando la storia del nostro Paese, il nostro impegno principale è stato quello di far recepire alle aziende che partecipando a questi eventi, oltre alla selezione vera e propria, un ritorno importante lo ricavano dalla reputazione di datori di lavoro attenti alle risorse umane. Il nostro partner tedesco Yourcareergroup, che organizza eventi simili ai nostri da molto tempo e con grande successo, ci dice che in Germania non sono molti i candidati che si presentano ai desk, piuttosto sono le scuole di formazione che avvicinano gli stand per chiedere informazioni sulle aziende e le prospettive professionali in quei gruppi. Certo, un altro approccio, ma un po’ alla volta ci stiamo avvicinando anche noi in un contesto in cui individuare valide professionalità diventa sempre più difficile e la reputazione delle aziende fa la differenza.


So, we are back. The month of August flew by. Some people worked, some took holidays, some are sighing for them. We are back to day-to-day reality, trying to cast our eyes on the horizon, on the coming future, but the picture is unclear.

Being abroad during my holidays, I received sketchy news about what was going on in Italy on the political/institutional level. The hands-down winner of all polls ended up doing harm to himself, throwing the country into a climate of uncertainty. Then I came back to Italy, and I understood even less of what was happening: friends and foes, foes and friends, enough to lose your focus.

In the meantime, the economy is stagnating, the figures are not comforting, and we are faced with the nightmare of a possible VAT rate increase. But we are not losing heart, on the contrary, we are trying to do more and better.

Innovation requires a certain amount of foolhardiness, and this seems to apply to extending our job fairs, TFP Summit, to include Rimini. Until ten years ago, it would have been crazy to think of an event where companies could meet candidates to fill their job vacancies; it took hard work and perseverance, but we are now proposing this model in Milan, Verona, Naples and Rimini. Strangely, but not too strangely considering the history of our country, our main commitment has been to make companies aware that their participation in these events, in addition to recruitment itself, yields a significant return in terms of their reputation as human-resources oriented employers. Our German partner Yourcareergroup, which has successfully organised similar events for a long time, told us that not many candidates show up at the desks in Germany; rather, it’s the training institutes that approach the stands to inquire about companies and the professional prospects with their groups. Of course, this is a different approach, but we are progressively coming close to it, in a context where identifying able professionals is becoming more and more difficult, and where a company’s reputation makes the difference.

Comments are closed

  • Categorie

  • Tag

Articoli Correlati