Job In Tourism > News > Trend > Si è parlato di futuro dell’ospitalità al Worldhotels leadership forum 2008

Si è parlato di futuro dell’ospitalità al Worldhotels leadership forum 2008

Di Marco Bosco, 24 ottobre 2008

«Dobbiamo includere i paesi emergenti al centro delle nostre strategie, perché oggi rappresentano il segmento di mercato che riserva le maggiori opportunità di crescita. I consumatori di queste aree si distinguono per una disponibilità economica molto elevata, e in questi paesi il segmento luxury del turismo è in continua espansione». Questa è una delle chiavi che garantiranno il ritorno a una crescita sostenuta del comparto turistico a partire dal 2010, secondo il vicepresidente della società di consulenza Economist intelligence unit (Eiu), Nenad Pacek, intervenuto durante il recente Worldhotels leadership forum 2008: l’appuntamento annuale che mette a confronto il management del brand alberghiero internazionale con alcuni dei più prestigiosi leader del settore si è svolto, questa volta, presso il Worldhotels Diplomat di Stoccolma, in Svezia e, come vuole tradizione, ha ospitato numerosi dibattiti aventi come tema le più attuali questioni legate al mondo dell’ospitalità e ai loro legami con l’economia e l’ambiente.
Tra gli altri relatori, Per Lydmar, padre degli omonimi hotel, si è detto convinto che capacità d’innovazione e creatività siano le qualità per sopravvivere alla forte competizione che caratterizza il mercato odierno: «Dobbiamo far fronte a una domanda dalle caratteristiche completamente nuove. Gli ospiti non apprezzano più una rigida accoglienza standardizzata, ma chiedono un trattamento più attento in un’atmosfera calda e rilassata. Per soddisfare le nuove esigenze dobbiamo perciò essere creativi e arricchire l’esperienza di viaggio dei turisti con elementi nuovi, tra cui, in particolare, arte, design, fashion e un servizio altamente personalizzato».
Significativo, infine, l’intervento di Kirsten Brøchner, proprietaria di Brøchner hotels, prima compagnia alberghiera al mondo completamente carbon neutral, che ha sottolineato con forza la necessità di perseguire un’attenta politica di contenimento e compensazione delle emissioni di Co2, apportando, in particolare, esempi pratici di come questo importante risultato sia stato raggiunto nei suoi alberghi.

Comments are closed

  • Categorie

  • Tag

Articoli Correlati