Job In Tourism > News > Professioni > Le priorità Faipa per il prossimo futuro

Le priorità Faipa per il prossimo futuro

Di Marco Bosco, 26 marzo 2010

Un evento pilota per esplorare le possibilità di una collaborazione ad ampio raggio con le altre associazioni di categoria. È stato questo uno degli scopi della giornata di aggiornamento professionale sui temi del revenue management, che la Federazione delle associazioni italiane dei portieri d’albergo (Faipa – le Chiavi d’oro), ha organizzato, in collaborazione con Aira Lazio, in occasione del recente consiglio nazionale di Roma. «L’incontro con il docente universitario e formatore specializzato in tourism and hospitality management, Franco Grasso, intende essere solo la prima di una serie di iniziative interassociative», spiega il presidente dell’Associazione romana Chiavi d’oro Faipa, Cosimo Carrieri. «Ci piacerebbe, infatti, cooperare e fare sistema con le altre organizzazioni che raggruppano i lavoratori del settore, soprattutto con quelle che si rivolgono agli altri professionisti della room division. L’obiettivo non è solo quello di realizzare altri eventi formativi su argomenti di interesse comune, ma anche di cooperare attivamente al fine di migliorare i nostri rapporti con le istituzioni rilevanti per il settore».
Durante il consiglio nazionale Faipa, riservato ai presidenti delle varie associazioni regionali e ai componenti del direttivo nazionale, si è stilato, poi, un bilancio di quanto è stato fatto nei primi otto anni di vita della federazione, con particolare riferimento alla presidenza di Rosario Spatafora. «Un periodo ricco di iniziative volte a migliorare e ad approfondire i nostri rapporti con le altre associazioni di categoria e con Solidus, nonché con le istituzioni e con la stampa di settore», prosegue Carrieri. «In particolare, grande impulso è stato dato alla collaborazione con le scuole del comparto turistico, grazie soprattutto alla recente firma del protocollo d’intesa con la Rete nazionale istituti alberghieri (Renaia) sui temi dell’insegnamento della cultura dell’accoglienza e dell’ospitalità».
Durante il consiglio è stato inoltre presentato dalla delegazione piemontese il prossimo congresso nazionale, in programma a Torino dal 4 al 7 novembre. Ma si è parlato anche delle nuove iniziative in tema di comunicazione, con particolare riferimento alla rete internet e al nuovo fenomeno dei social network. «Per il presente e il prossimo futuro», riprende Carrieri, «la Faipa si impegna, poi, a continuare la propria attività di rappresentanza delle istanze di chiunque lavori nel comparto dell’accoglienza, a prescindere dai singoli ruoli ricoperti. Ormai, infatti, le distinzioni rigide tra i vari compiti sono quasi del tutto scomparse: nella maggior parte delle strutture ricettive chi opera dietro al banco del front office è chiamato a svolgere più funzioni contemporaneamente, compresa quella del portiere. Il nostro impegno, così, è oggi volto soprattutto alla tutela della nostra professionalità e dell’occupazione: due temi che costituiscono sicuramente le principali questioni aperte del momento».
Alla base di questi impegni, la consapevolezza dei grandi cambiamenti avvenuti nel mondo del lavoro negli ultimi anni e, di conseguenza, delle mutate necessità dell’associato di oggi. «E proprio a tale proposito», conclude Carrieri, «abbiamo istituito una commissione ad hoc, il cui compito, in vista del prossimo congresso nazionale di Torino, è proprio quello di elaborare alcune modifiche e migliorie al nostro statuto, per rendere la Faipa ancora più attenta alle esigenze degli associati e, in particolar modo, dei giovani che si affacciano a questa affascinante professione. Il tutto senza dimenticare lo spirito amicale che caratterizza da sempre il dna associativo di tutte le Chiavi d’oro».

Comments are closed

  • Categorie

  • Tag

Articoli Correlati