Job In Tourism > News > Editoriale > La fiducia nel disgusto della gente

La fiducia nel disgusto della gente

Di Antonio Caneva, 29 luglio 2011

E così siamo arrivati alle vacanze, che per molti non saranno felici e per alcuni altri saranno turbate dal poco lavoro del periodo.
La manovra economica è appena stata varata: siamo partiti dal «non metteremo le mani nelle tasche degli italiani» alla mini manovra che via via è andata dilatandosi, sino ad arrivare a 70 miliardi di euro.
Le premesse: dobbiamo sacrificarci tutti e innanzitutto tagliare i costi della politica. Difatti, alla proposta di ridurre il numero delle province (portatrici di posti e voti), quasi tutti i partiti, di destra o di sinistra che fossero, hanno votato in maniera indifferenziata per il mantenimento dell’attuale stato, che vede il numero delle stesse, negli ultimi tempi, aumentato notevolmente, tanto che alcune delle nuove realtà sono così piccole che si fa persino fatica a individuarle sulla carta geografica.
Si potrebbero anche togliere alcuni privilegi ai parlamentari: qui si è alla farsa; non solo quasi tutte le forze politiche sono d’accordo per il rinvio dei tagli, ma anche quelle, di minoranza, che cavalcano l’onda e tuonano contro i privilegi, si guardano poi bene, con un bel gesto coerente, di ridurre i propri, di emolumenti.
Simonetta Agnello Hornby, su Vanity Fair del 20 luglio (anch’io saltuariamente lo leggo, contendendolo a mia moglie), commenta la vicenda Murdoch, con la scia di scandali, rivelazioni, dimissioni, arresti connessi, e indica nella forza del mondo di Internet lo strumento che ha permesso di superare le sabbie mobili della politica.
La Agnello Hornby, palermitana di origine, che vive a Londra dal 1972 e ha intrapreso la professione di avvocato minorile e giudice nella capitale britannica, conosce bene l’ambiente in cui opera ed è scettica rispetto alle risposte normalmente fornite dalle istituzioni in relazione a potenziali situazioni di scandalo che potrebbero coinvolgerle. Aggiunge però, alla fine dell’articolo: «Ma io ho fiducia nella gente, nel legittimo disgusto dei cittadini. E nella democrazia britannica».
Vale anche per l’Italia? Su questo quesito non ho il coraggio di augurarvi buone vacanze, solo un arrivederci al 29 agosto.

Comments are closed

  • Categorie

  • Tag

Articoli Correlati