Job In Tourism > News > Editoriale > Che visione: ottimismo o determinazione?

Che visione: ottimismo o determinazione?

Di Antonio Caneva, 25 luglio 2013

Sembra ieri che è iniziato l’anno e ci troviamo già a considerare di quanto si sia anticipato il buio della sera; siamo pronti con le valigie per le vacanze e nel contempo facciamo previsioni per il prossimo autunno.
Viviamo il presente, con lo sguardo, timoroso, verso il futuro che non ci rassicura e ci chiediamo cosa fare. La risposta più ovvia sarebbe quella di copiare Orietta Berti: «Finché la barca va…»; la barca però fatica ad andare e allora è necessario profondere maggiore impegno nel governarla.
Come in ogni occasione che crea un distacco dalla routine, e così è per noi che tradizionalmente sospendiamo il giornale per l’agosto, ci si fa un esame per valutare cosa si è fatto e, se se si sono fatti errori, cercare di correggerli.
Una tra le cose che ultimamente mi hanno dato maggiore soddisfazione è stata l’acquisizione della autorizzazione a operare come Agenzia per il lavoro, che ci consente di essere attivi (con il marchio Resume: www.resumehospitality.it) come head hunter; abbiamo creato una struttura operativa seguita da due professioniste, laureate in piscologia del lavoro, esperte in turismo e ci prepariamo, trasferiti tra l’altro in nuovi uffici più ampi, ad affrontare la ripresa autunnale, con determinazione.
Avevo terminato l’ultima frase con la parola ottimismo, ma mi è sembrato eccessivo e la ho corretta con «determinazione».
Già questa novità sarebbe stata sufficiente, ma non ci avrebbe fornito la scossa emotiva che si ricava da una realizzazione non tradizionale: consci della diffusione, e dell’apprezzamento dell’italianità nel mondo, soprattutto nella ristorazione, nonché dello sviluppo dell’economia nell’area asiatica, abbiamo così aperto un ufficio a Singapore, che opererà in quella parte del mondo.
Eccessivo? Forse, però è necessario, a problematiche nuove, fornire risposte non tradizionali. Riusciremo a incidere, nel trasferire conoscenze e esperienze della professionalità italiana in Asia? Speriamo di sì; nel frattempo, comunque, soddisfatti di aver combattuto l’inerzia, andiamo sulle Dolomiti.
Come al solito buone vacanze per chi le ha programmate ora, e buon lavoro per i tanti che in questo periodo vivranno il momento di maggior impegno. Arrivederci al 29 agosto.

Comments are closed

  • Categorie

  • Tag

Articoli Correlati