Job In Tourism > News > Editoriale > Rete d’impresa: valida iniziativa

Rete d’impresa: valida iniziativa

Di Antonio Caneva, 18 dicembre 2014

Persino gli italiani, così individualisti e restii a fare sistema, si sono accorti che per superare le attuali difficoltà è utile sommare gli sforzi degli operatori presenti sul territorio.
Uno dei modi per dare valore alla propria attività è quello di aggregarsi in una rete d’impresa: nuovo strumento reso disponibile da una norma del 2009, modificata e convertita in legge nel 2010.
La definizione che mi sembra più calzante è quella fornita dalla Camera di commercio di Milano, che recita:
«La rete di impresa è un accordo, formalizzato in un "contratto di rete", basato sulla collaborazione, lo scambio e l´aggregazione tra imprese, e rappresenta un modello di business alternativo rispetto a quello individualistico e frammentato del nostro tessuto economico.
Lo scopo principale delle reti di impresa è quello di raggiungere degli obiettivi comuni di incremento della capacità innovativa e per questo della competitività aziendale.
La legge prevede ampia autonomia contrattuale per adeguare gli obblighi giuridici agli scopi e agli obiettivi che le imprese retiste vogliono ottenere.
Sulla base di un programma comune, le imprese retiste possono: collaborare nell´ambito delle rispettive imprese; scambiare know-how o prestazioni industriali, commerciali, tecnologiche; esercitare in comune attività di impresa.
Le reti possono avere un fondo patrimoniale comune e un organo comune e, in tal caso, chiedendo la registrazione presso il Registro imprese, ottenere il riconoscimento della soggettività giuridica».
Sono stato a Nerviano, dove è stata presentata la rete d’impresa dell’alto milanese, che aggrega 15 alberghi della zona, con lo slogan: «la Milano che conviene».
Partendo nel 2009 dall’intuizione di alcuni albergatori, si è creato un sistema cui ora partecipano, tra l’altro, una ventina di comuni e che, con la propria vetrina online, ha dato visibilità alle eccellenze del territorio.
È chiaro che il piatto forte di questi progetti è il marketing che, come sappiamo, è un’attività costosa. Ebbene, tramite questa iniziativa, in un’ottica pubblico – privato, la rete d’impresa ha goduto di un finanziamento assegnato dai comuni per la realizzazione del sito ed è in attesa di una cospicua erogazione per questo specifico impiego.
Alla presentazione, nella sala (con l’immancabile sfilata dei politici di turno), correva un´aria di euforia, mentre venivano presentati i risultati acquisiti, che testimoniano come con impegno e costanza si possano raggiungere, anche in periodi di difficoltà, importanti traguardi.
Bella iniziativa, quasi un augurio positivo per l’anno nuovo.
Questo è l’ultimo numero del giornale prima delle festività. Ci incontriamo nuovamente a gennaio.
Con l’occasione, auguri, veramente di cuore, ai tanti lettori e amici che hanno condiviso un problematico 2014.

Comments are closed

  • Categorie

  • Tag

Articoli Correlati