Job In Tourism > News > Eventi > Le novità del turismo on-line

Le novità del turismo on-line

Di Marco Beaqua, 26 settembre 2008

Si terrà il prossimo 16 ottobre, presso l’hotel Quirinale di Roma, l’appuntamento capitolino con l’edizione 2008 di Web in Tourism: il large event targato Job in Tourism e dedicato alle tendenze e agli sviluppi del turismo on-line. Dopo il successo dell’evento milanese di quest’anno, che ha registrato la presenza di ben 300 operatori, nonché di una quindicina di espositori, la kermesse romana intende ancora una volta contribuire a descrivere gli scenari, i trend e le opportunità offerte dalla rete ai protagonisti dell’industria dei viaggi. «Il web è un mondo in continua evoluzione», spiega il responsabile marketing e sviluppo progetti di Job in Tourism, Emilio De Risi. «Un market place divenuto fondamentale per l’industria turistica. Web in Tourism è così un’occasione ideale per essere proattivi, per conoscere le dinamiche e le tendenze di maggiore importanza per il nostro settore».
A inaugurare il ricco programma dell’evento romano, un intervento dedicato alle potenzialità delle applicazioni web 2.0, curato dal vicepresidente dell’Interactive advertising bureau (Iab) Italia, nonché presidente dell’agenzia new-media Ad Maiora, Mauro Lupi. «Per web 2.0 ci si riferisce, in particolare, alle più recenti evoluzioni della rete che hanno reso disponibili agli utenti nuovi servizi di comunicazione e condivisione e, soprattutto, hanno dato loro l’opportunità di pubblicare, commentare e catalogare ogni tipo di contenuto multimediale», racconta lo stesso Lupi. «Tale evoluzione ha generato una diffusa polverizzazione dei contenuti on-line, ormai disponibili su molteplici piattaforme tecnologiche, in grado di veicolare non solo le informazioni sviluppate dai media tradizionali ma anche quelle realizzate dai singoli individui. Per avere un’idea dell’impatto dei contenuti generati dagli utenti, basti pensare che il numero di blog esistenti nel mondo ha superato già da alcuni mesi quello dei siti web e che tra i primi dieci siti più visitati in assoluto, almeno la metà sono social network o siti di condivisione di documenti». In tale contesto, il primo riflesso sul mondo del turismo riguarda le modalità per raggiungere i potenziali clienti. «Non bastano più le tradizionali campagne pubblicitarie, comprese quelle sempre efficientissime sui motori di ricerca», prosegue, infatti, Lupi. «Occorre raggiungere gli utenti lì dove passano sempre più tempo, ossia nelle aree in cui condividono passioni e contenuti con altre persone come loro. Ma questa strategia va sviluppata attraverso nuove modalità di relazione, non più prettamente pubblicitarie ma orientate al dialogo e alla fornitura di servizi e contenuti in grado di catturare l’attenzione dei potenziali clienti».
Il tema dell’armonizzazione e della sincronizzazione dei molteplici sistemi tecnologici di distribuzione on-line sarà invece trattato del presidente di Vertical booking, Alberto Guadalupi, mentre Francis Louis Passerini, managing director di FastBooking Italia, getterà uno sguardo avanzato sulla materia dei booking engine, concentrandosi, in particolare, sui processi logici alla base della scelta, da parte dei consumatori, dei siti da consultare e su cui effettuare la prenotazione diretta on-line
«L’imperativo fondamentale di ogni azienda è quello di acquisire nuova clientela e di consolidare quella esistente», riprende De Risi. «Per capire come il marketing digitale possa aiutare hotel, agenzie e tour operator a raggiungere tale obiettivo, abbiamo così pensato di invitare a condurre il quarto intervento della giornata Marco Rivosecchi, presidente di Kiwari: una società di respiro europeo specializzata in digital direct marketing». Tina Ingaldi, esperta di revenue management e distribuzione on-line della società d’information technology Readytec, concluderà poi gli speech previsti in mattinata, parlando dei cambiamenti nelle tecniche di yield management generati dalla proliferazione di indirizzi web specializzati in prenotazioni on-line.
«Da non dimenticare», conclude, infine, ancora De Risi, «la sessione convegnistica pomeridiana: un format nuovo, riservato ad approfondimenti su tematiche tecniche specifiche, che, introdotto per la prima volta durante l’appuntamento milanese con Web in Tourism, ha riscosso in quell’occasione un notevole successo di pubblico».

Il programma

• Ore 9.00: registrazione partecipanti
• Ore 9.15: introduzione a cura del moderatore Mauro Lupi
• Ore 9.30: web 2.0 per accrescere le vendite, a cura di Mauro Lupi
• Ore 10.00: la nuova tendenza del marketing turistico via internet: la sincronizzazione dei sistemi, a cura di Alberto Guadalupi
• Ore 10.30: coffee break
• Ore 11.00: come ottenere il massimo dal booking engine?, a cura di Francis Louis Passerini
• Ore 11.30: i nuovi strumenti di marketing digitale del turismo, a cura di Marco Rivosecchi
• Ore 12.00: revenue management & web, a cura di Tina Ingaldi
• Ore 12.30: sessione finale q&a – chiusura dei lavori – light lunch e incontri con le aziende
• Ore 13.30: sessione convegnistica pomeridiana

Comments are closed

  • Categorie

  • Tag

Articoli Correlati