Job In Tourism > News > Trend > I quattro del club dei 600 mila

I quattro del club dei 600 mila

Una fotografia della diffusione, a livello globale, delle principali compagnie internazionali

Una fotografia della diffusione, a livello globale, delle principali compagnie internazionali

Di Marco Beaqua, 2 maggio 2013

Ihg, Hilton Hotels, Marriott International e Wyndham Hotel Group. Sono i quattro brand del club dei 600 mila, ossia dei gruppi alberghieri che possono vantare un’offerta complessiva di camere superiore a tale significativa soglia numerica. Almeno stando all’ultima classifica globale realizzata dalla società di consulenza Mkg Hospitality, che fotografa, ogni 12 mesi, la diffusione globale delle principali compagnie internazionali.
I dati di quest’anno, in particolare, sottolineano come tra la stragrande maggioranza dei grandi gruppi dell’hôtellerie siano oggi popolari le politiche espansive: uniche eccezioni a tale trend, nella top 10 mondiale, sarebbero Choice (quinta in classifica con un -1,1% rispetto al 2012) e soprattutto Accor che, a seguito della vendita del brand Motel 6 al fondo d’investimento Blackstone (già proprietario di Hilton), è scesa al sesto posto in classifica, registrando un calo del 15,3%.
«La dinamica espansiva è una delle sfide più importanti che stanno affrontando i grandi gruppi internazionali con ambizioni globali», spiega il presidente di Mkg Group, Georges Panayotis. «Più consistente è infatti la dimensione dell’offerta, maggiore è la copertura geografica, la quantità di servizi proponibili e soprattutto la forza commerciale di una compagnia. In un contesto di crescita, quale quello favorito dal modello di business dominante, che prevede la dismissione delle proprietà immobiliari per concentrarsi sulla gestione alberghiera, gli investitori tendono a premiare i leader di mercato. Ecco allora spiegata la necessità di avere una pipeline di aperture sempre piena». Da segnalare, infine, in una top 10 sostanzialmente stabile rispetto all’anno scorso, il consolidamento della presenza del gruppo cinese Home Inns, la cui crescita esponenziale (+21,2%) promette una rapida scalata della classifica nei prossimi anni.

Comments are closed

  • Categorie

  • Tag

Articoli Correlati