Job In Tourism > News > Professioni > Va a Salsomaggiore il trofeo Aira Veneto

Va a Salsomaggiore il trofeo Aira Veneto

Si è svolta come di consueto a Venezia l'undicesima edizione del concorso dedicato ai migliori studenti di ricevimento

Si è svolta come di consueto a Venezia l'undicesima edizione del concorso dedicato ai migliori studenti di r

Di Massimo Borriello, 28 gennaio 2016

Cercando di scrutare dal mio vagone un segno di vita nella notte profonda delle 05.25 ritrovo solo la mia immagine nella trasparenza del finestrino, notando con un pizzico di malinconia che è passato un anno dall’ultimo Gran premio. I ricordi mi assalgono, insistenti, e rivedo quella scriminatura perfetta di Nicolò Fava, vincitore della decima edizione, brillare sfavillante nella sua perfezione.
Il ponte della Libertà mi dà il benvenuto a Venezia, nonostante il freddo risveglio della laguna. Alla stazione mi accoglie l’addetto alle pulizie che, alla guida del suo mezzo, tira a lucido il pavimento non trascurando neanche un pezzetto di carta. Il tempo di un caffè ed ecco apparire quel sorriso e quella scriminatura perfettamente curata e ritrovo, davanti a me, Nicolò che incede elegantemente nel suo atteggiamento molto English.
Accanto al “lord” intravedo una signora chiusa dentro il suo paltò (di baglioniana memoria) e noto una faccia a me familiare? Ma sì, è la mitica Barbara Bastoni (socia Aira, ndr) che, presa da un attacco d’ansia per mancanza di caffeina e calo di zuccheri, cerca disperatamente un bar aperto.
Arriviamo, di calle in calle e di rio in rio, direttamente al Baglioni Hotel Luna, sede di questo undicesimo Gran premio Aira Veneto. La location è sempre stupenda ed esclusiva. Il tempo di prepararsi per il grande evento ed ecco apparire i primi partecipanti accompagnati dai loro docenti. La coffee station, organizzata nella sala Caminetto dall’attento e premuroso staff coordinato dal direttore, Gianmatteo Zampieri, predispone, per ricchezza e qualità di prodotti, alla socializzazione e al buonumore.
Le prove iniziano puntali scandendo la mattinata con precisione svizzera. Si palpa uno stato di sana tensione e impegno. Gli accompagnatori-coach danno gli ultimi suggerimenti ai candidati che, come pugilatori prima dell’incontro, si preparano con grinta al combattimento.
L’annuncio della partenza per il tour «A spasso per Venezia», organizzato e vinto dai ragazzi dell’istituto Musatti di Dolo (complimenti), raduna un buon numero di partecipanti pronti a scoprire nuove curiosità che le nostre guide sapranno svelare durante il tragitto dedicato alla scoperta dei mercati veneziani.
Nonostante un inizio di acqua alta, che dà alla città quella magia che la caratterizza, tutto si svolge nel migliore dei modi. Rientrati per la meritata pausa pranzo, molto gustosa e apprezzata dai presenti, ci si prepara alla prova scritta che introduce, a sua volta, alla tavola rotonda dal tema «Nuove figure e professioni in albergo: opportunità d’impiego». L’incontro, molto stimolante, trova i ragazzi realmente interessati e pronti al grande salto.
La tensione aumenta: i nomi dei partecipanti ai quali è stato consegnato l’attestato di partecipazione vengono scanditi dal presidente come scoppiettanti fuochi d’artificio. Il botto finale però decreta, con un fragore di applausi, il vincitore, anzi la vincitrice di questa undicesima edizione: Anna Chernestsova dell’istituto Magnaghi di Salsomaggiore.
A lei è subito consegnato, dal direttore Zampieri, il primo premio offerto dalla Baglioni Hotels nella persona del vice president del gruppo e area manager delle strutture romane e veneziane, Maurizio d’Este, consistente in un weekend per due persone proprio presso il capitolino Regina Baglioni. Il brindisi finale e le foto di rito concludono infine degnamente questo undicesimo Gran premio Aira Veneto.

I protagonisti della tavola rotonda

* Moderatore: Claudio Scarpa, direttore dell’Associazione veneziana albergatori
* Elisa Dal Bosco, presidente Associazione italiana maggiordomi
* Anna Endrihovskaia, assistant chief concierge presso l’hotel Metropole di Mosca e pr executive Les Clefs d’Or Russia (in collegamento internazionale via Skype)
* Mariella Mangione, executive housekeeper presso Caroli Hotels
* Michele Prete, sales manager & coach presso il Relais Hotel Monaco di Ponzano Veneto
* Vittorio Talvacchia, chef concierge presso il Jw Marriott Venice Resort & Spa e presidente dell’Associazione Chiavi d’Oro triveneta
* Christian Zingarelli, direttore del resort di charme Hotel Villa Barbarich di Venezia e presidente dell’Associazione direttori d’albergo Veneto e Friuli Venezia Giulia.

Comments are closed

  • Categorie

  • Tag

Articoli Correlati