Job In Tourism > News > Trend > Unwto barometer: una crisi globale

Unwto barometer: una crisi globale

Di Marco Beaqua, 13 febbraio 2009

Anche lo Unwto barometer registra la crisi in corso. Secondo i dati recentemente pubblicati dall’Organizzazione mondiale del turismo, gli arrivi internazionali complessivi a livello globale sarebbero, infatti, stati, nel corso del 2008, 924 milioni. I 16 milioni di turisti in più rispetto all’anno precedente corrisponderebbero così a una crescita del 2% tra 2008 e 2007. Tale sviluppo, già di per sé nettamente inferiore al più 7% medio annuo dei tre anni precedenti, è stato inoltre garantito solo dal buon andamento dei primi sei mesi del 2008: il periodo, cioè, in cui gli effetti della crisi, già evidenti in altri settori, non avevano ancora colpito l’industria dei viaggi. Scorporando i dati Unwto, si scopre, infatti, come il periodo gennaio-giugno 2008 avrebbe registrato un aumento degli arrivi internazionali del 5% rispetto allo stesso periodo del 2007, mentre, nella seconda parte dell’anno, si sarebbe scesi a un non certo rincuorante -1% complessivo. Il calo, inoltre, ha interessato soprattutto l’Europa e l’Asia, i cui arrivi sono scesi del 3%, mentre le Americhe, l’Africa e il Medioriente hanno continuato a crescere, rispettivamente dell’1, del 4 e del 5%. Nonostante le mediocri performance del turismo internazionale durante il 2008, alcune destinazioni, tuttavia, hanno fatto registrare risultati decisamente positivi. Si tratta, in particolare, di Honduras, Nicaragua, Panama e Uruguay nelle Americhe, Corea del Sud, Macao (Cina), Indonesia e India, in Asia centrale e orientale, Egitto, Libano e Giordania in Medioriente, nonché del Marocco nel Maghreb e della Turchia in Europa.

Comments are closed

  • Categorie

  • Tag

Articoli Correlati