Job In Tourism > News > News > Una filosofia vincente per R.c.c.l.

Una filosofia vincente per R.c.c.l.

Di Giorgio Bini, 4 maggio 2001

Il Mediterraneo è diventato il secondo mercato crocieristico mondiale, non solo come bacino d’utenza ma anche come destinazione preferita. In testa alla classifica delle mete più gettonate naturalmente ancora i Caraibi; in crescita le destinazioni in Oriente, l’area del Pacifico e il sempre verde giro del mondo Senza dubbio la novità più importante del 2001 nelle crociere nel mediteraneo si chiama Splendour of the seas della Royal caribbean international. e salperà tutte le settimane dal porto di Venezia per crociere verso Grecia, Croazia e Turchia. Lingua ufficiale a bordo sarà l’italiano, ciò significa che per qualsiasi necessità gli ospiti avranno sempre a disposizione personale e servizi in italiano (check in, hostess, maitre e camerieri, cucina, menù, giornale di bordo e programmi, escursioni con guide italiane). Naturalmente sulla nave si parleranno anche altre lingue per accogliere tutti i croceristi che arriveranno da ogni parte d’Europa. La Splendour of the Seas è infatti destinata al pubblico europeo per 80%, di cui il 20% italiano, e per il restante 20% a quello a quello americano. Il Direttore di Royal Caribbean Italia, Dott. Silvio Petrassi, dichiara: “Non basterà più porsi come obiettivo gradi di customer satisfaction crescenti, bensì la creazione di clienti appagati e strabiliati che diventino fans del prodotto e missionari del marchio. La nostra sfida e la nostra filosofia di viaggio è quella di produrre contenuti di innovazione continui ad un prezzo competitivo, che ridefinendo gli standard relativi all’esperienza di bordo, consentano di conseguire un livello di customer satisfaction superiore, impareggiabile ed assolutamente inatteso”. Nata nel 1996, lunga 264 metri e larga 32, con una stazza di 70.000 tonnellate, Splendour of the Seas ha 900 cabine, di cui oltre 200 dotate di veranda privata, e può portare fino a 1.800 crocieristi, accuditi da più di 800 membri di equipaggio, che significa un elevato rapporto ospiti/personale di bordo (1 a 2.5). “E’ possibile descrivere la nostra filosofia – continua Petrassi – attraverso quattro dimensioni guida: creatività, eccellenza, compatibilità, innovazione. Siamo stati i primi ad introdurre elementi di rottura quali stadi del ghiaccio e pareti per scalata di roccia all’interno di navi da crociera, abbiamo la flotta più giovane e tecnologicamente avanzata al mondo (età media delle navi 5.5 anni). Nella filosofia Royal Carribean lo spazio a bordo così come le opportunità di svago e di intrattenimento sono numerose. Per i viaggi in partenza dall’Italia grande cura ed attenzione per i menù di bordo che saranno indirizzati a soddisfare le difficili esigenze gastronomiche del pubblico italiano. Royal Caribbean International offre intrattenimenti di ogni tipo: per chi ama lo shopping sulla Splendour of the Seas vi sono i negozi della Boutique dell’Atrio Centrale che offrono una grande varietà di articoli, tra cui abbigliamento, gioielli esclusivi e profumeria. Chi preferisce dedicarsi alla forma fisica, può approfittare della grande varietà di programmi messi a punto dal personale specializzato della Palestra Ship Shape con sauna e Health Centre, percorso di jogging, piscina di acqua salata coperta e scoperta con solarium, oppure giocare a golf nel campo di minigolf a 18 buche, Splendour of the Greens. Per svagarsi dopocena si può scegliere tra uno spettacolo musicale in stile Broadway al 42nd Street Theater, le sfide al Casinò Royale o una notte in discoteca. Non mancano, infine, il Casinò e la Sala da Gioco dedicata a chi ama il bridge e tutti gli altri passatempi con le carte. Consci dell’importanza della realtà in cui agiamo ci sforziamo di essere compatibili con l’ambiente fisico e sociale dei Paesi dove operiamo, aggiunge Petrassi, tutte le nostre nuove navi hanno motori jet, silenziosi e attenti all’ambiente. Abbiamo, inoltre, da anni istituito un fondo speciale per l’Oceano e per la protezione delle balene.

di Giorgio Bini

Comments are closed

  • Categorie

  • Tag

Articoli Correlati