Job In Tourism > News > Professioni > Un Gran Premio dedicato ai migliori studenti degli alberghieri e dei turistici del Triveneto

Un Gran Premio dedicato ai migliori studenti degli alberghieri e dei turistici del Triveneto

Di Sandro Bravin, 11 febbraio 2011

Un concorso nel concorso, che prevedeva il coinvolgimento degli allievi di quarta nell’ideazione di un itinerario turistico, da proporsi agli stessi studenti e ai loro accompagnatori, nei dintorni della sede ospitante la gara, alla scoperta di Venezia nei momenti liberi tra una prova e l’altra. È stata questa la novità principale della sesta edizione del Gran Premio organizzato dall’Associazione italiana impiegati d’albergo Veneto, dedicato al «miglior studente futuro impiegato al ricevimento alberghiero».
Il concorso principale, svoltosi a fine 2010 presso l’hotel Papadopoli di Venezia, ha visto, in particolare, la partecipazione di 16 concorrenti delle classi quinte degli istituti alberghieri e tecnici turistici del Veneto e del Friuli Venezia Giulia. Al termine delle prove, la giuria da me presieduta, e composta anche da Marco Ardengo, Luca Bigozzi, Piero Penzo e Gianmatteo Zampieri, con il contributo del general manager della struttura ospitante, Pierpaolo Cocchi, ha dichiarato vincitrice Valentina Pizzol, dell’istituto Alfredo Beltrame di Vittorio Veneto. Alla promettente allieva è stato così consegnato da Matteo Natali, vincitore dell’edizione 2009, l’ambìto primo premio, consistente in un weekend per due persone presso l’hotel Mercure Budapest Korona in camera privilege, più un abbonamento annuale a Job in Tourism e l’iscrizione all’Aira come socio junior. A tutti gli altri 15 concorrenti è andato quindi un attestato di partecipazione e un ricordino dell’evento.
Nel nuovo concorso dedicato al miglior itinerario turistico, sono state invece le classi quarte C e B dell’istituto Cesare Musatti di Dolo a prevalere, con il loro programma comprendente una visita alla celebre Scuola di San Giovanni Evangelista e una conferenza sulla gestione artistica e congressuale dell’edificio storico veneziano, tenuta dal direttore della Scuola stessa. A loro è andata una pergamena Aira Veneto in riconoscimento del lavoro svolto.
Ma il Gran Premio è stato, come di consueto, anche l’occasione per l’organizzazione di un’interessante tavola rotonda, quest’anno sul tema «Arte di saper ricevere tra tecnica e bon ton», preceduta da una introduzione preparata dagli allievi della classe quinta B dello stesso Cesare Musatti di Dolo. Tra i partecipanti al dibattito, si sono così annoverati Claudio Cecchini e Riccardo Laudadio, rispettivamente docente di organizzazione e gestione del personale e consulente dei sistemi per la qualità alberghiera e la customer satisfaction presso l’Hospitality school di Milano, nonché il consulente di hôtellerie, turismo e comunicazione, già general manager in alberghi del gruppo Accor, Claudio Nobbio, la responsabile attività formative e consulenza occupazionale presso l’Ente bilaterale per il turismo di Venezia, Chiara Pesce, il presidente dell’Associazione regionale triveneta portieri d’albergo e vicepresidente per l’area Triveneto dell’Unione italiana portieri d’albergo, Vittorio Talvacchia, e il fiduciario dell’Associazione maître italiani ristoranti e alberghi, sezione Venezia, Giuliano Giro. L’appuntamento, con tutti, è naturalmente per la prossima edizione del Gran Premio, in programma a fine 2011.

*Vicepresidente Nord Aira

Comments are closed

  • Categorie

  • Tag

Articoli Correlati