Job In Tourism > News > F&B > Un dolce simposio in tema nuziale

Un dolce simposio in tema nuziale

Numeroso il pubblico intervenuto all?esposizione degustativa della tradizionale kermesse Ampi

Numeroso il pubblico intervenuto all?esposizione degustativa della tradizionale kermesse Ampi

Di Marco Bosco, 26 novembre 2015

È Armando Lombardi il Pasticcere dell’anno 2015. Si è conclusa con la premiazione del professionista marchigiano il ventiduesimo simposio pubblico dell’Ampi, il cui momento clou si è svolto presso il Villa Fenaroli Palace Hotel di Rezzato, nel bresciano. Il titolare dell’omonima pasticceria di Osimo è stato insignito del prestigioso titolo per «il costante impegno profuso come membro del consiglio direttivo dell’associazione», nonché per le sue qualità di «uomo probo e straordinario professionista dall’alta integrità morale e dalle eccezionali doti umane, che costantemente contribuisce a fornire nuovi stimoli ad Ampi e alla pasticceria italiana».
La tradizionale kermesse dell’Accademia maestri pasticceri era quest’anno dedicata alla «torta di matrimonio all’italiana e al buffet dolce e salato per le nozze». Come vuole consuetudine, le prime giornate dell’evento sono state riservate ai lavori interni. Anche se, grazie al live tweeting con hastag #XXIISimposioAMPI, tutti hanno avuto l’opportunità di accedere all’aula magna, per ?spiare? le attività in programma: questioni interne, programmi per il futuro, valutazioni dei prodotti, dimostrazioni e interventi.
Nel tardo pomeriggio dell’ultima giornata, le sale del Villa Fenaroli sono state tuttavia finalmente aperte a tutti e i veri protagonisti sono diventati i tavoli allestiti con le creazioni e le produzioni dei maestri pasticceri Ampi, ammirati dal numeroso pubblico intervenuto all’esposizione degustativa.
Il momento è stato come sempre l’occasione per l’assegnazione di un’altra serie di premi, consegnati alla presenza del presidente Gino Fabbri, nonché dei maestri Vittorio Santoro e ancora Armando Lombardi, oltre che del fondatore e presidente onorario Iginio Massari. Proprio a quest’ultimo è andata quindi la prima delle medaglie d’oro in palio, quella per l’eccellenza nella bontà della «torta di nozze all’italiana». Salvatore De Riso ha invece conquistato il vertice del podio per l’eccellenza nell’armonia estetica e raffinatezza sempre della «torta di nozze all’italiana». In tema di «tavolo di presentazione di gruppo», la palma dei migliori è infine stata riconosciuta al Gruppo 4, capitanato da Roberto Rinaldini e composto da Marco Antoniazzi, Maurizio Busi, Francesco Elmi, Marco Ercoles e dal presidente Fabbri.

Comments are closed

  • Categorie

  • Tag

Articoli Correlati