Job In Tourism > News > Risorse umane > Trovare lavoro in poco tempo

Trovare lavoro in poco tempo

Sette consigli utili a migliorare il proprio profilo e ad accelerare il processo di ricerca

Sette consigli utili a migliorare il proprio profilo e ad accelerare il processo di ricerca

Di Marco Beaqua, 26 settembre 2013

Con il termine della stagione estiva è già arrivato, per molti, il momento di cominciare a pensare al nuovo impiego per l’inverno. Allo stesso modo, per chi vuole migiorare la propria posizione professionale così come per coloro che sono momentaneamente privi di occupazione, i primi mesi autunnali rappresentano da sempre un periodo particolarmente favorevole per inserirsi in nuove realtà o progetti in crescita. Cercare un lavoro, soprattutto di questi tempi, non è tuttavia un’impresa affatto semplice. «Se siete in caccia da un po’, ma non riuscite a fare molti colloqui, può essere allora il caso di rivedere la vostra strategia», spiega il presidente della società specializzata in risorse umane Randstad Canada, Jan Hein Bax. «Nel contesto attuale, seguire con attenzione la propria presenza e immagine online, per esempio, è un elemento essenziale per creare un forte brand personale. Ma sviluppare il proprio profilo professionale significa anche curare la propria rete relazionale, migliorare le proprie competenze e la conoscenza del proprio settore, nonché stabilire precisi obiettivi di carriera». È così che lo stesso Bax ha pensato di stilare un elenco di sette consigli, pensati appositamente per aiutare chi è in cerca di un nuovo impiego a raggiungere il proprio traguardo nel minor tempo possibile.

1. Network, network, network
Fare network è ancora una delle strategie più efficaci per trovare lavoro. Ed è un’attività che si può fare ovunque: in fondo, si incontrano persone ogni giorno. Rendere questi incontri importanti, e rimanere in contatto con le persone così conosciute, è quindi un imperativo assoluto se si intende tradurre tali relazioni in reali occasioni di lavoro. Quando raccogliete dei biglietti da visita, per esempio, considerate l’idea di farne una breve lista e assicuratevi di ricontattarne i titolari entro due o tre giorni dal vostro primo incontro. Connettetevi con loro, inoltre, su social network come Twitter e LinkedIn. Solo così potrete costruire dei rapporti solidi, che in seguito potrebbero trasformarsi in una reale occasione di impiego.

2. Fate un piano
Cosa volete fare nel prossimo anno? E tra tre anni? E tra cinque? Come pensate di poter raggiungere tali obiettivi? Stilate un piano preciso e cominciate a dare una forma concreta alla vostra vita futura. È un esercizio utile a trovare le risposte ad alcune delle domande che potrete sentirvi porre durante i colloqui e a fornirvi un percorso da seguire nello sviluppo della vostra carriera.

3. Apprendete nuove competenze
La formazione continua è un asset fondamentale di crescita professionale. Dimostrare di essere in grado di espandere i propri confini può rendervi, agli occhi dei selezionatori, una risorsa flessibile dal potenziale crescente.

4. Aggiornate le vostre informazioni personali
Se state cercando lavoro ma non ricevete molte risposte, provate a mettervi nei panni dei reclutatori e analizzate il vostro curriculum: come si pone in rapporto alla concorrenza? Se non riuscite a darvi da soli la risposta a questo quesito, rivolgetevi a qualche conoscenza o amico del settore, esperto in risorse umane. Aggiornate quindi il vostro cv con nuove informazioni, esperienze e competenze. Rivedete poi la vostra lettera di accompagnamento e i vostri dati sui social network, in modo che riflettano i cambiamenti apportati al curriculum.

5. Ricercate
Leggete e contribuite ai gruppi di discussione LinkedIn correlati alle vostre competenze e connettetevi ai cosiddetti influencer del vostro comparto presenti su Twitter, per essere sempre aggiornati sulle novità.

6. Costruite la vostra storia
Curriculum e colloquio: strumenti utili a differenziare il vostro profilo da quello degli altri candidati. Per riuscirci, provate a correlare opportunamente la vostra storia professionale con la vostra educazione e i vostri obiettivi: può aiutare i selezionatori ad avere un quadro completo della vostra figura. Mostrare come le vostre ambizioni si armonizzino con le necessità dell’azienda a cui vi state rivolgendo, in particolare, può rivelarsi un fattore decisivo a far notare la vostra candidatura ai reclutatori.

7. Siate attivi nella vostra comunità
Impegnarsi nel proprio ambito territoriale consente di migliorare il proprio profilo e di farlo conoscere a un numero ancora maggiore di persone, tanto da portare, a volte, anche all’apertura di opportunità inaspettate.

Comments are closed

  • Categorie

  • Tag

Articoli Correlati