Job In Tourism > News > Eventi > Tfp Summit ora è anche a Verona

Tfp Summit ora è anche a Verona

Il market place del lavoro griffato Job in Tourism si fa itinerante per soddisfare necessità e stagionalità di ogni singolo territorio. In programma, molti colloqui e tanta formazione

Il market place del lavoro griffato Job in Tourism si fa itinerante per soddisfare necessità e stagionalità

Di Job in Tourism, 18 luglio 2018

«Al Tfp non ero mai venuta. Poi l’anno scorso mi sono decisa e con mia grande sorpresa ho trovato un ingaggio stagionale al primo colloquio. Ora l’incarico è terminato, per cui ho pensato che fosse il caso di ritornare». È la voce di Cinzia di Bassano del Grappa: una delle tante partecipanti all’ultima edizione milanese della job fair più qualificata d’Italia: il marketplace griffato Job in Tourism, dove domanda e offerta di lavoro nel turismo si incontrano di persona, che da undici anni ormai rappresenta un’importante opportunità per aziende e professionisti del comparto. Un appuntamento fisso su cui molti nostri lettori e aziende partner sanno di poter fare affidamento, ospitato nelle ultime stagioni nelle prestigiose sale del Milan Marriott.
Proprio il successo di una formula collaudata, capace di attirare le più prestigiose compagnie dell’ospitalità e dell’industria dei viaggi attive in Italia, nonché migliaia di visitatori di ogni età e provenienza, ha quindi convinto Job in Tourism che fosse giunto il momento di cambiare, rendendo il Tfp Summit un evento itinerante: non più solo Milano, che ovviamente rimarrà stabilmente in calendario, ma anche una serie di appuntamenti in giro per l’Italia, in modo da essere più vicini alle necessità e alle stagionalità di ogni singolo territorio. Si comincia quindi il prossimo 25 settembre a Verona, presso l’hotel Crowne Plaza: una ghiotta occasione per tutte le aziende del turismo del Trentino – Alto Adige, del Veneto e del Friuli-Venezia Giulia, di incontrare le professionalità più adatte alle proprie esigenze di personale.

Ma non solo: da sempre il Tfp Summit è pure sinonimo di formazione e confronto sui temi del lavoro nel turismo. L’edizione veronese non sfuggirà perciò a questa regola. Già in calendario ci sono quindi un doppio intervento del docente e fondatore di Formazione Alberghiera, il progetto didattico a cura della società di consulenza Evoluzione Hotel: Maurizio Galli si occuperà della figura dell’addetto al ricevimento e dei fondamenti del sales & revenue management. Nel primo caso si tratterà di un focus di aggiornamento per comprendere quali sono le mansioni e le caratteristiche di un ruolo che negli ultimi anni è andato incontro a profonde evoluzioni. Nel secondo, invece, si parlerà di come ottimizzare le vendite, senza stravolgere la normale routine lavorativa.

Il direttore marketing di Job in Tourism, Emilio De Risi, svelerà invece i segreti per realizzare un curriculum perfetto: la forma, i contenuti e gli errori da evitare per convincere i selezionatori a prendere in considerazione la propria candidatura. Senza dimenticare la lettera di accompagnamento, che ormai si riduce sempre più spesso a poche righe scritte nella mail a cui è allegato il cv, ma che ancora oggi rappresenta un momento fondamentale per attirare l’attenzione di ogni responsabile risorse umane. Ecco allora la necessità di capire cosa scrivere, per incuriosire senza strafare. Piccoli e grandi consigli, insomma, utili a lasciare il segno e soprattutto a ottenere la tanto agognata convocazione per il primo colloquio conoscitivo, durante il quale giocarsi tutte le proprie carte.

Perché, in fondo, nell’ospitalità i lavoratori sono da sempre al centro del processo gestionale. Il loro contributo è decisivo nel trasferire all’ospite al contempo i valori del nostro Paese e quelli dell’impresa presso cui sono impiegati, in modo da rendere veramente unica l’esperienza di ogni viaggiatore. Lo suggerisce lo stesso claim del Tfp Summit: «People make reputation».

Comments are closed

  • Categorie

  • Tag

Articoli Correlati