Job In Tourism > News > Risorse umane > Terme di Sirmione tra salute e benessere

Terme di Sirmione tra salute e benessere

Lavorare per il complesso gardesano non significa solo godere di numerose opportunità di carriera e formazione, ma anche vivere in presa diretta i nuovi trend del wellness

Lavorare per il complesso gardesano non significa solo godere di numerose opportunità di carriera e formazio

Di Marco Beaqua, 9 agosto 2018

Più specializzazione e integrazione da una parte, maggiore focus sull’offerta esperienziale legata alle virtù benefiche delle acque dall’altra. Salute e benessere sono le due facce distinte ma complementari della proposta termale contemporanea. Un binomio ben rappresentato da Terme di Sirmione, tra le incarnazioni meglio riuscite del nuovo modo d’intendere un’offerta ancora oggi troppe volte appiattita sui protocolli del Servizio sanitario nazionale. È un ruolo importante quello che il complesso gardesano gioca nel contesto del mercato benessere tricolore. Ma la struttura, che sarà tra i protagonisti del prossimo Tfp Summit scaligero, in programma martedì 25 settembre al Crowne Plaza Verona, è ben nota anche a livello internazionale, come dimostrano i numerosi allori conquistati: giusto poche settimane fa, Aquaria Thermal Spa ha per esempio ritirato a Vienna il premio di miglior thermal resort del Vecchio continente in occasione degli European Health & Spa Award 2018. E nel medesimo contesto, il 5 stelle Grand Hotel Terme ha ottenuto il titolo di miglior medical spa in Italia, arrivando terzo a livello continentale, mentre il trattamento signature anti-age Gold al dna ha raggiunto la fase finale del concorso. Ma già nel 2017, sempre il Grand Hotel Terme si era aggiudicato il premio di miglior luxury medical spa europea per i World Luxury Spa Awards 2017.

Una serie di successi considerevoli, resi possibili da un approccio rigoroso e innovativo a servizi e prodotti: «Soprattutto nel contesto dell’offerta salute, bisogna porsi nelle condizioni di prendersi pienamente in carico l’ospite, costruendogli attorno un percorso personalizzato, sartorialmente tagliato sulle sue specifiche esigenze», racconta la responsabile risorse umane di Terme di Sirmione, Silvia Bertoldi. «Tale approccio non può però prescindere da un investimento adeguato, coerente con un piano di rafforzamento e valorizzazione dei servizi medico-specialistici e della ricerca scientifica. Ed è proprio la nostra storia di paziente analisi dell’acqua sulfurea, a rendere Sirmione una delle destinazioni con le risorse termali a maggiore evidenza scientifica. Contenuti concreti, che noi utilizziamo anche per qualificare la nostra offerta wellness e di ospitalità, con programmi di medical spa ad hoc».

Domanda. Come si posiziona quindi Terme di Sirmione nel contesto dell’offerta termale globale?

Risposta. Siamo il primo operatore del comparto a livello nazionale con oltre 700 mila cure erogate all’anno. Non solo: il nostro approccio scientifico s’inserisce perfettamente in un contesto in cui le persone ricercano nel benessere una risposta ai danni che l’inquinamento provoca alla loro salute. E ciò grazie a ricette di benessere iper-personalizzate, pensate per garantire il meglio della forma fisica e prevenire una lunga serie di malattie, nonché accompagnate da una cucina attenta alle esigenze del singolo individuo. Il tutto, secondo le più recenti tendenze del comparto, evidenziate anche in occasione del Global Wellness Summit di Palm Beach, negli Usa. (a questo proposito si veda il nostro articolo sul report presentato nella medesima occasione, ndr)

In che modo descriverebbe invece il vostro profilo ideale?

D. In che modo descriverebbe invece il vostro profilo ideale?
R. Come una figura professionale codificata ma disposta a svolgere un ruolo innovativo, per cui il lavoro in team, la conoscenza linguistica, finanche al russo e al cinese, la flessibilità e la specializzazione siano elementi fondamentali del proprio percorso di carriera. Il cliente di oggi è infatti sempre più trasversale e ben informato. Ha quindi elevate aspettative in termini di qualità del servizio e di interazione con il personale.
D. Quali caratteristiche cercate perciò in un collaboratore?
R. Desideriamo trovare persone con un’ottima propensione all’accoglienza e alla soddisfazione dell’ospite, nonché con un elevato grado di flessibilità e competenza tecnica. Per il resto, contiamo su un gruppo che vanta strutture dalle 3 alle 5 stelle, campi da golf, spa, centri curativi e prodotti a marchio. I nostri collaboratori devono perciò dimostrare grande spirito di adattamento ed essere abili nel capire i clienti che si trovano di fronte, anticipandone possibilmente le richieste e garantendo sempre un servizio in linea con gli standard aziendali.
D. Quali le possibilità di carriera che offrite?
R. Lavorare a Terme di Sirmione vuol dire avere la possibilità di mettere in gioco la propria professionalità in più ambiti, di confrontarsi con più contesti di mercato e tipologie di ospiti, nonché di incrementare la propria cultura del servizio secondo una logica industriale. Ma significa anche partecipare a piani di formazione intensi e vivere la cosiddetta «cross-fertilization», che solo un’esperienza tra segmenti tanto disparati può garantire. Non solo: vantando quattro aree di business articolate su più strutture di diverse tipologie e categorie, le opportunità di crescita verticale interna sono innumerevoli, come dimostra concretamente il fatto che tutti i nostri direttori di hotel e responsabili di struttura sono frutto di percorsi coerenti di sviluppo interno.
D. Quali infine i ruoli più difficili da trovare?
R. Ci troviamo sul Lago di Garda che, con i suoi 24 milioni di presenze annue, è uno dei poli turistici più importanti d’Europa, mentre la sola Sirmione vanta 1,4 milioni di pernottamenti ed è la seconda destinazione dopo Milano in Lombardia. Eppure, la stessa meta non pare a volte essere sufficientemente attraente per i professionisti. Lo stiamo riscontrando ancora di più nella ricerca dei profili tecnici da inserire nell’ultima acquisizione dell’azienda: il Golf Bogliaco con campo da golf, club house, 14 appartamenti e un nuovo lodge di dieci camere. Si trova a Toscolano Maderno: un posto meraviglioso prospiciente il lago ma forse non così facile da raggiungere. Sono soprattutto i profili di sala e di cucina a essere quindi i ruoli più difficili da reperire. Anche perché il mercato è ancora troppo influenzato da dinamiche e prassi non completamente ortodosse, che di fatto rappresentano un elemento di competizione poco trasparente.

La struttura in sintesi

Terme di Sirmione è una tra le più importanti realtà termali italiane con una presenza ormai storica sul mercato. Nel 2017 ha raggiungo i 36 milioni di fatturato. Offre due centri termali, Aquaria Thermal Spa e quattro alberghi con area benessere, di cui tre con reparto termale: il 5 stelle Grand Hotel Terme, i 4 stelle Hotel Sirmione e Promessi Sposi e l’Acquaviva del Garda, nonché il 3 stelle Fonte Boiola. Vanta inoltre prodotti a marchio Acqua di Sirmione, venduti in farmacia e tra le più popolari soluzioni nasali, a cui si aggiungono le linee Aquaria Thermal Cosmetics (cosmetica) e Purotherm (dermocosmetica termale in partnership con Profar). Nel settore della salute, gli ambiti d’intervento del complesso riguardano l’otorinolaringoiatria, la bronco-pneumologia, l’angiologia, la fisiatria, la dermatologia clinica ed estetica, la ginecologia e l’uro-ginecologia, l’osteopatia, la gastroenterologia e la nutrizione con altrettanti servizi specializzati. Aquaria Thermal Spa conta in particolare 180 mila ingressi l’anno e offre più di 14 mila metri quadrati di benessere fronte lago con piscine termali, idromassaggi, lettini effervescenti, docce emozionali, percorso vascolare, cabine benessere, circuito saune interne ed esterne, bagni di vapore, area per trattamenti benessere e zone relax polisensoriali. Nel 2017, il gruppo ha inoltre acquisito il Golf Bogliaco, che comprende il terzo campo da golf a 18 buche più antico d’Italia, una club house, un nuovo lodge di dieci camere e 14 appartamenti. Quest’anno è stata infine aggiunta pure una struttura golfistica «driving range» a Riva del Garda.

 

 

Comments are closed

  • Categorie

  • Tag

Articoli Correlati