Job In Tourism > News > Trend > Spiagge, i prezzi italiani rimangono tra i più salati

Spiagge, i prezzi italiani rimangono tra i più salati

Di Job in Tourism, 17 luglio 2009

Il mare è più salato in Italia che in molti altri paesi europei e del Mediterraneo. Lo afferma un’inchiesta dell’associazione per la difesa dei diritti dei consumatori Codacons, che ha analizzato i costi di una giornata tipo di due bagnanti in diversi paesi. «L’indagine», si legge nella nota della stessa associazione, «ha preso in considerazione l’affitto per una giornata di un lettino, una sdraio e un ombrellone, e ha tenuto conto anche dei consumi alimentari (due bottiglie d’acqua e due panini acquistati in spiaggia). In Italia due persone, per tali beni e servizi, pagano mediamente 35 euro totali in uno stabilimento di medio livello. Spesa che però sale fino a 50 euro se gli stessi acquisti vengono fatti in località più esclusive o in stabilimenti di livello superiore. Niente a che vedere con le tariffe praticate in Croazia, dove per i medesimi servizi una coppia spende mediamente 20 euro, contro i 22 euro della Grecia e i 24 euro complessivi della Spagna. In Turchia, invece, una giornata al mare costa mediamente 25 euro per due persone. Più care di noi solo Francia e Germania, dove un lettino, una sdraio e un ombrellone, più i consumi alimentari, costano mediamente 40 euro a coppia in Francia e 36,5 euro in Germania. Differenze di prezzo rispetto all’Italia giustificate da un servizio di livello superiore e da stipendi sensibilmente più elevati rispetto al nostro paese».

Comments are closed

  • Categorie

  • Tag

Articoli Correlati