Job In Tourism > News > News > Sotto il segno del gusto

Sotto il segno del gusto

Di Antonio Caneva, 14 maggio 2004

Lo scorso 26 aprile, arrivando a Bellagio si vedevano sul lungolago solo giacche blu con lo stemma Aibes, difatti, nella splendida cornice di Villa Serbelloni, i professionisti del cocktail si stavano incontrando in occasione di “Grand Hotel Challenge – Midori Cup”: una sfida sotto il segno del gusto.

L’obiettivo era quello di individuare e lanciare i migliori “fancy drink dell’estate a tema Midori”, ricette inedite alla cui base c’è liquore verde, prodotto dalla giapponese Suntory.
A stabilire la bontà dei cocktail è stata una giuria composta da quattro giudici degustatori, che ha espresso un giudizio sulla decorazione, sull’abbinamento dei prodotti, sull’aspetto e sul gusto.
A scendere nell’arena dello shaker sono stati, i barman dei grandi alberghi, dei migliori locali di tendenza e i barman emergenti categorie (soprattutto le prime due) che abbinano l’abilità professionale, la classe e lo stile all’accoglienza e al dialogo con la clientela, in una continua ricerca della perfezione, che li porta a utilizzare ingredienti anticonformisti e tecniche coreografiche, come il working flair: un’arte più che una professione, che porta i barman italiani ad essere oggi tra i più richiesti al mondo.
Durante la gara, ogni concorrente è stato libero di eseguire una ricetta inedita di qualsiasi tipologia, adatta a tutte le ore, con decorazioni anche bizzarre ed esuberanti, purché commestibili, utilizzando un qualsiasi bicchiere (old fashioned, tumbler, coppa, asti-coppa, cocktail-coppa, margherita, flute, coppa ipsilon, ecc.). Unico vincolo: ogni ricetta doveva contenere almeno 3 cl. di Midori.
Ai vincitori delle due categorie senior è stata consegnata la prestigiosa Coppa Challenge, che tornerà in palio l’anno successivo, e sarà vinta in modo definitivo fra 3 anni con uno spareggio tra i tre vincitori.
Per la categoria Barman grandi alberghi, la Coppa Challenge è stata vinta da Carlo Arrigoni del Grand Hotel Imperiale di Moltrasio (Co) con “Hulk”;
Per la categoria Barman locali di prestigio, si è aggiudicato il primo premio Franco Vacirca del Caffè Rouge di Milano con “My Dori”; per la categoria Emergenti, è Salvatore Cicatello del locale Transilvania di Milano ad essersi aggiudicato il primo premio con “Gleam of hope”.
La “Grand Hotel Challenge – Midori Cup” fa parte del Circuito del cocktail della Lombardia, un campionato regionale a punti, che premierà a fine anno il vincitore assoluto con una borsa di studio, pari al valore di 500 euro. I classificati dal secondo al sesto posto riceveranno borse di studio rispettivamente di 250, 200, 150, 100 e 50 euro.
L’Aibes, Associazione italiana barmen e sostenitori, organizza inoltre 14 concorsi regionali che ogni anno coinvolgono l’interesse del pubblico, trasformando le più belle città italiane in un vero e proprio palcoscenico di scontri – incontri tra i talenti del bere miscelato.

Comments are closed

  • Categorie

  • Tag

Articoli Correlati