Job In Tourism > News > News > Sarà dedicato all’arte dell’ospitalità uno dei tanti eventi del prossimo Tfp Summit

Sarà dedicato all’arte dell’ospitalità uno dei tanti eventi del prossimo Tfp Summit

Di Marco Beaqua, 19 dicembre 2008

Tra nuove tecnologie, strumenti di analisi del fatturato e prenotazioni on-line spesso ci si dimentica che, alla fine, in ogni struttura ricettiva è l’arte dell’accoglienza a garantire le vendite e a mantenere fedele la clientela. Proprio per sottolineare l’importanza della qualità e della professionalità nel servizio alberghiero, in occasione del prossimo Tfp Summit, l’evento targato Job in Tourism dedicato alle risorse umane nel settore del turismo, si terrà un convegno dal titolo «L’arte dell’ospitalità per generare reddito».
Protagonisti dell’evento, in programma nella prima giornata del Tfp, il 18 febbraio alle ore 15, tre relatori d’eccezione: il presidente dell’Associazione italiana impiegati d’albergo (Aira), Luciano Manunta, il segretario generale nazionale dell’Associazione maître italiani ristoranti e alberghi (Amira), Mario Petrucci e il presidente nazionale dell’Unione italiana portieri d’albergo (Uipa), Federico Barbarossa.
«La nostra professione», spiega Manunta, «non può prescindere dall’accoglienza: un momento che comincia col primo contatto con l’ospite e che dovrebbe durare nel tempo, garantendo al cliente i ricordi più piacevoli. È fondamentale, perciò, cercare sempre di personalizzare il servizio seguendo un percorso di conoscenza progressiva dell’ospite, perché conoscere è accogliere e accogliere è conoscere».
Un concetto, quello di Manunta, ampiamente condiviso da Petrucci: «L’accoglienza è il vero valore aggiunto offerto a un cliente di un hotel. È, in altre parole, la capacità di far sentire l’ospite sempre gradito, nonché di trasmettergli tutto il calore umano di un servizio altamente personalizzato e costruito sulle sue esigenze. L’abilità di far provare al viaggiatore la sensazione di trovarsi meglio che a casa propria».
Secondo Barbarossa, infine, l’arte dell’ospitalità si declina in tutta una serie di azioni che si svolgono dal benvenuto ai saluti finali. «In tutto questo», conclude lo stesso presidente nazionale Uipa, «l’accoglienza è anche aiutare gli ospiti a scoprire la realtà del territorio: un vero e proprio processo culturale, che però deve necessariamente tradursi in atteggiamenti cortesi e concreti. Proprio quest’ultima è l’essenza vera e ultima dell’ospitalità. Solo avendo bene in mente tutto ciò si può infatti affrontare una professione complessa come la nostra».

Comments are closed

  • Categorie

  • Tag

Articoli Correlati