Job In Tourism > News > Strategie > Risorse umane, risorse strategiche

Risorse umane, risorse strategiche

Struttura commerciale unificata per Pellicano e Posta Vecchia

Struttura commerciale unificata per Pellicano e Posta Vecchia

Di Marina D´Elia, 25 febbraio 2011

È partita dalla riorganizzazione delle risorse umane la definizione della nuova strategia commerciale dello storico hotel di Porto Ercole, che ha unificato alcune funzioni con la struttura-sorella della Posta Vecchia di Ladispoli. «Considerata la business analogy delle due realtà, abbiamo deciso di sfruttare la sinergia che si può ottenere con una direzione commerciale unificata, e oggi il team promuove i due alberghi, ottimizzando sforzi e risultati», spiega il direttore marketing Mario Cardone. «Un importante processo che abbiamo deciso di svolgere a monte, nel mettere insieme i due staff, è consistito nella mappatura delle abilità in nostro possesso: partendo dalla definizione del set di competenze tecniche e di aspetti comportamentali di pertinenza di ciascun ruolo, abbiamo individuato le risorse più adeguate per ogni funzione. Quando necessario, abbiamo integrato le capacità personali con opportuni interventi formativi, elaborando così dei percorsi individuali di preparazione che hanno dato ottimi risultati anche dal punto di vista motivazionale. Si è trattato di un cambiamento impegnativo, che però ci consente ora di essere più competitivi e di attuare una strategia più efficace, in grado di assecondare i nostri progetti di sviluppo e di farci raggiungere l’obiettivo di quest’anno: una crescita di fatturato del 5%».
Tra i due alberghi, il 2010 si è chiuso, in particolare, con ricavi complessivi per 12 milioni di euro, con un tasso di riempimento medio del 73% per il Pellicano e del 62% per la Posta Vecchia, che rispetto al 2009 ha fatto registrare un incremento di circa il 10%. «In concreto», prosegue Cardone, «contiamo di raggiungere i nuovi obiettivi di crescita rafforzando la partnership con le agenzie di viaggi e i tour operator, per sviluppare la domanda. In parallelo, intendiamo anche potenziare il segmento meeting e piccoli congressi. Entrambe le strutture dispongono infatti di spazi congressuali da 70-80 posti che, oltre a costituire un prodotto a sé, rappresentano un’ottima opportunità per destagionalizzare le attività. Anche in questo caso l’implementazione della nuova strategia è partita dalla riorganizzazione delle risorse umane, dedicando due persone rispettivamente al trade e al mice: una soluzione che consente anche una maggiore specializzazione delle competenze e che, nel medio-lungo periodo, si dimostrerà certamente premiante. Tra i criteri della riorganizzazione, la scelta fondamentale è stata quella di partire dalle risorse già presenti al nostro interno, dando loro anche un’opportunità di crescita. Dopo adeguati interventi formativi i nostri collaboratori hanno così potuto rivestire ruoli più significativi e consoni alle loro competenze ma anche alle loro attitudini. Siamo infatti convinti dell’estrema importanza di entrambi questi fattori: insieme alle nozioni più tecniche non può mancare la considerazione dell’aspetto attitudinale, che in strutture come le nostre significa una predisposizione al servizio e un’attenzione al dettaglio a un livello che potremmo definire quasi maniacale».
Essenziale, perciò, è dedicare molta cura alla selezione del personale. «Fin dalle prime fasi del recruiting», conferma Cardone, «che va affrontato con metodologie adatte a creare uno staff coeso, per ottenere i risultati migliori. Gli eventi come il Tfp Summit, poi, sono molto utili perché rappresentano degli importanti momenti di incontro diretto con l’offerta di lavoro, e siamo convinti che l’investimento richiesto, in termini di tempo e risorse, per essere presenti in queste occasioni venga poi ampiamente ripagato. Per quanto riguarda invece le iniziative specificamente dedicate alla formazione, il nostro management partecipa a corsi e seminari presso le migliori business school, mentre per il personale non manageriale utilizziamo tirocini formativi estesi, finalizzati all’assunzione. Diamo inoltre ai dipendenti la possibilità di vivere esperienze professionali in altre strutture, nella convinzione che la pratica lavorativa sia essenziale nel percorso formativo di ognuno. Da questo punto di vista, far parte dei Relais & Chateaux aiuta, perché possiamo far avvicendare i collaboratori in altre strutture del nostro livello: una pratica che funziona in termini sia di apprendimento sia di motivazione. Nella nostra industria, formazione e motivazione sono infatti alla base di un prodotto essenzialmente fondato sulla capacità di accogliere alla perfezione i clienti. È quindi evidente quanto per noi sia fondamentale il capitale umano».

Identikit del Pellicano

Il Pellicano si trova in località Sbarcatello, a Porto Ercole, in provincia di Grosseto, e viene spesso annoverato tra i migliori alberghi del mondo da riviste del calibro di Travel & Leisure e Condé Nast Traveler. La sua storia è molto romantica: si racconta infatti che Michael Graham, famoso ed eroico aviatore inglese, e Patsy Daszel, brillante donna dell’alta società americana, viaggiando insieme all´inizio della loro appassionata relazione si innamorarono a prima vista di un´inesplorata insenatura dell’Argentario e decisero di costruirvi un resort che ricordasse il loro primo incontro in California, a Pelican Point. Il Pellicano fu inaugurato nel 1965 e da allora è meta privilegiata per chi cerca lusso e riservatezza. Secondo Mario Cardone, in particolare, dopo un 2009 difficile, a causa della crisi nei due principali mercati esteri, Usa e Regno Unito, il 2010 è stato un anno di ripresa e il 2011 è partito con segnali incoraggianti, con un +33% di prenotazioni.

Comments are closed

  • Categorie

  • Tag

Articoli Correlati