Job In Tourism > News > News > Realty nel Mondo – 09-10-2009

Realty nel Mondo – 09-10-2009

Di Job in Tourism, 9 ottobre 2009

Una nuova fiera dedicata agli investimenti immobiliari a vocazione turistica
WWW.TRE-EXPO.COM
Si terrà a Venezia la nuova manifestazione Tourism real estate (Tre): il primo evento espositivo italiano riservato agli operatori internazionali del real estate, esclusivamente dedicato al comparto dei viaggi e dell’ospitalità. Promossa da Expo Venice, la manifestazione, in programma all’Arsenale dal 15 al 18 aprile 2010, punta a favorire l’incontro tra domanda e offerta di immobili a destinazione turistica e gestori di servizi di filiera. L’evento sarà principalmente dedicato al b2b e vedrà come protagonisti i resort e le maggiori catene alberghiere, le banche, i fondi di investimento, i developer, le società di architettura e costruzione, le città e i territori su scala mondiale. Non mancherà però anche un’area rivolta al b2c, che ospiterà le agenzie immobiliari di alto profilo e i privati, con l’intento di intrecciare una rete di scambi tra i proprietari di ville e residenze esclusive e i loro potenziali acquirenti.
Tre si connota, inoltre, fin da subito come evento di carattere internazionale: tra le prime realtà che hanno confermato la propria presenza all’Arsenale ci sono, infatti, il network dei demani europei, Purenet, nonché le rappresentanze di ben 25 paesi del Vecchio continente, che parteciperanno alla fiera per favorire l’incontro tra operatori pubblici e privati, intenzionati a portare avanti un’efficace azione di sviluppo territoriale. Un selezionato programma di convegni e tavole rotonde valorizzerà poi i quattro giorni di fiera, arricchendo il dibattito sulle nuove tendenze, sui territori in via di espansione e sui progetti più innovativi che stanno ridefinendo i trend di mercato.

Calano gli sviluppi alberghieri, ma Lodging econometrics intravede la ripresa

Sulla base di un recente studio condotto da Lodging econometrics, la contrazione dei nuovi progetti di sviluppo previsti nel comparto alberghiero di Europa, Medio Oriente e Africa (Emea) perdurerà ancora a lungo. Nel secondo quadrimestre 2009 la flessione registrata nell’area si è infatti attestata attorno al 16% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Il numero totale delle camere in costruzione è sceso, invece, del 14% (da 373.363 a 322.056). Proprio il continente europeo risulta quello maggiormente colpito dalla stagnazione, con un decremento dei nuovi progetti e delle camere in costruzione rispettivamente pari al 19% e al 18% rispetto allo stesso quadrimestre del 2008.
Anche nei prossimi anni si attende, peraltro, un contenimento del numero dei nuovi sviluppi. Nell’area Emea le stime complessive, riferite al 2009 e al 2010, parlano, in particolare, di un numero di nuovi progetti pari a circa 380 alberghi e 10.320 camere. Dallo studio emerge, poi, come la nuova tendenza degli sviluppatori immobiliari sia ormai orientata verso progetti di dimensioni contenute, soprattutto dedicati al settore mid market. E ciò perché questi ultimi sarebbero attualmente gli investimenti per i quali sarebbe più facile ottenere finanziamenti dalle istituzioni locali. Nonostante il quadro piuttosto negativo, Lodging econometrics individua però nell’economia globale alcuni segnali di un’inversione di tendenza, che sarebbero testimoniati dal ritorno alla crescita del pil francese e tedesco.

Comments are closed

  • Categorie

  • Tag

Articoli Correlati