Job In Tourism > News > News > Realty nel mondo – 03-08-2007

Realty nel mondo – 03-08-2007

Di Job in Tourism, 3 agosto 2007

Proseguono gli investimenti nel mercato americano,
mentre la Russia rimane tra gli obiettivi di InterContinental
Negli Usa investire si, ma con cautela
Tra due anni negli Stati Uniti apriranno 1.354 nuovi hotel, per un totale di 159.368 camere. A sostenerlo, il rapporto di metà anno della società di consulenza a stelle e strisce Lodging ecnometrics, che analizza il mercato americano degli investimenti immobiliari nel settore turistico da oggi fino al 2009. «I tassi di espansione dell’industria alberghiera nazionale», spiega il presidente Patrick Ford, «stanno aumentando a ritmi crescenti dal 2005. Ma se le nuove aperture previste per i prossimi 18 mesi avranno con ogni probabilità il successo sperato, a partire dal 2009 in alcuni segmenti del mercato potrebbe manifestarsi un eccesso di offerta. Uno squilibrio destinato a perdurare per tutta la prima parte del decennio successivo».
Secondo i dati di Lodging econometrics tra il 2007 e il 2008 negli Stati Uniti apriranno, infatti, rispettivamente 1.042 e 1.200 nuovi alberghi per un totale di 237.616 camere. Una crescita favorita da un’economia in salute, che è stata in grado di superare brillantemente il periodo negativo verificatosi tra luglio 2006 e l’inizio di quest’anno. «La questione ora», prosegue Ford, «è capire se l’incremento dal lato della domanda sarà tale da sostenere un ritmo di espansione dell’offerta così elevato. In caso contrario, è probabile che si assisterà a un ribasso delle tariffe, con evidenti ricadute negative sulla redditività degli investimenti. Chi decidesse ora di costruire un nuovo albergo dovrebbe, perciò, non solo informarsi sulle attuali condizioni del mercato, ma anche studiare approfonditamente la situazione dei progetti in corso di ultimazione nell’area dove vorrebbe far sorgere la nuova struttura ricettiva. In poche parole, bisogna usare molta cautela. Le condizioni del mercato sembrano, infatti, ancora favorevoli a nuovi investimenti immobiliari, ma il ciclo economico pare al contempo in prossimità del suo picco massimo di espansione».

Apre in Siberia il nono Holiday inn di Russia
Sarà il gruppo InterContinental a gestire il nuovo albergo che aprirà i battenti a fine 2009 nella principale città siberiana, Novosibirsk. L’accordo di gestione con l’impresa moscovita di sviluppo immobiliare a capo del progetto, Clover group, è stato firmato durante la scorsa settimana ed è parte di un più vasto piano di sviluppo elaborato a dicembre 2006 dalle due società con l’obiettivo di espandere la presenza dei brand InterContinental in Russia. Il nuovo hotel, che entrerà a far parte della catena Holiday inn, sarà dotato di 200 camere, nonché di 4 meeting room. Situato in prossimità del conference center di Novosibirsk, a soli 20 chilometri dall’aeroporto della città, si tratta di un albergo dalla chiara vocazione business.

Comments are closed

  • Categorie

  • Tag

Articoli Correlati