Job In Tourism > News > News > Prato, con la “Strada dei biscotti” si valorizza il territorio

Prato, con la “Strada dei biscotti” si valorizza il territorio

Di Anna Goffi, 24 giugno 2005

Biscotti che fanno bene alla cultura e all’arte. Questo è uno degli obiettivi che si prefigge la prima “Strada dei biscotti” in Italia, un itinerario goloso inaugurato di recente nella provincia di Prato. L’occasione per illustrare la “Strada dei biscotti” e la mappa che la descrive, realizzata in collaborazione con l’Apt di Prato, si è presentata alla sesta edizione di “Di vini profumi”, l’evento organizzato da Provincia di Prato, Camera di Commercio e Strada medicea dei Vini di Carmignano, importante vetrina per tutti i prodotti tipici locali.
Incentivando la ricca produzione del territorio pratese, dove decine e decine di piccoli produttori sfornano 300 mila chili di biscotti della tradizione ogni anno per un fatturato che supera i 3 milioni di euro, si vuole rispondere alla crisi territoriale del tessile, ma anche creare un’operazione di marketing culturale e di bilancio sociale che punta sull’identità locale.
«Infatti – spiega Annalisa Marchi, neosindaco di Vaiano – accanto all’antica tradizionale pasticceria sono stati creati nuovi prodotti che utilizzano sapori e suggestioni del territorio, come i “Sassi della Calvana”, gustose novità presentate al pubblico in quattro varianti. Saranno proprio questi biscotti a far lievitare il patrimonio storico e culturale del nostro Comune perché l’antico forno Steno devolverà il 10% del costo di produzione alla valorizzazione di questo nostro ambiente straordinario».
La prima degustazione è avvenuta nella splendida cornice della Badia di Vaiano, fondata intorno all’anno mille dai benedettini e riportata all’antico splendore grazie a un grandioso progetto di restauro. Successivamente a Prato, nel chiostro rinascimentale della Chiesa di San Domenico, oltre alla produzione di biscotti era possibile degustare anche il pane (la bozza di Prato), la mortadella di Prato, l’olio e il vino.
La “Strada dei biscotti” si avvale di una mappa cartacea, comprendente tutti i forni e i laboratori artigianali attivi sul territorio. Essa intende essere strumento e guida per chi vorrà intraprendere un viaggio nei sapori più dolci della provincia di Prato, riscoprendo il loro legame con le festività popolari e con i momenti legati alle tradizioni di famiglia, come nel caso degli Zuccherini della Val di Bisenzio, preparati per secoli in occasione delle feste nuziali, o i biscotti di Prato (più conosciuti nel mondo come cantuccini), o i Brutti Boni, o ancora gli Amaretti di Carmignano.

Comments are closed

  • Categorie

  • Tag

Articoli Correlati