Job In Tourism > News > La voce dell'esperto > Più qualità e meno costi: il valore aggiunto di un apporto consulenziale

Più qualità e meno costi: il valore aggiunto di un apporto consulenziale

Di Job in Tourism, 9 aprile 2015

«Purtroppo lavoriamo in un contesto troppe volte lasciato un po’ al caso. Le lacune ormai si trovano anche ai massimi livelli, tanto che le stelle hanno perso gran parte del loro valore: i servizi sono meno seguiti di un tempo, mentre la formazione del personale è trascurata perché c’è sempre un grande turnover. E l’ospite, che è convinto di godere di un prodotto adeguato alla tariffa pagata, spesso non è soddisfatto». Dopo averci parlato, sul numero dello scorso 26 febbraio, delle modalità ideali di una consulenza in fase di start-up, il managing director di Cota hotels, Leonello Bagolin, affronta ora il delicato tema dell’affiancamento di una struttura già attiva.
Domanda. Dunque, per lei, una fetta importante del problema è da ricercarsi nella qualità delle risorse umane?
Risposta. Certamente: ridurre il turnover significa accrescere il patrimonio aziendale e mantenere standard adeguati e costanti nel tempo. I risparmi vanno ricercati nell’organizzazione generale e in altri aspetti della gestione alberghiera, facendo analisi specifiche e senza impattare sugli elementi dell’offerta più vicini agli ospiti.
D. Qualche esempio?
R. Gli acquisti, per citare un aspetto spesso poco considerato. Ma risparmi si possono ottenere anche tramite una migliore rotazione del magazzino, oppure ancora investendo a livello strutturale per ridurre i costi delle utenze… Per ogni situazione, c’è sempre una soluzione ad hoc.
D. Da cosa si giudica la qualità di un partner quando ci si vuole rivolgere a una società di consulenza esterna?
R. Prima di tutto occorre guardare la sua storia e l’esperienza dei consulenti coinvolti. Ma soprattutto è importante che la società, a cui ci si rivolge, sia in grado di presentare un progetto di intervento dettagliato, nel quale siano specificate tutte le attività proposte, la loro modalità di implementazione e le logiche economico-imprenditoriali sottese alle stesse. Solo così è possibile infatti comprendere fino in fondo il reale valore aggiunto di un apporto consulenziale serio ed efficace.
D. Per concludere, voi avete da poco inaugurato un nuovo brand alberghiero: il Cota hotels Professional Management Quality Service. Di che si tratta?
R. È il primo marchio italiano basato unicamente sulla qualità dei servizi: vogliamo valorizzare le strutture di eccellenza e trasmetterne il valore al mercato. Non proponiamo standard omologati, ma linee guida di qualità adattabili a ogni contesto, valutate e monitorate con un sistema rigoroso di stelle nere.
D. Quali i vostri obiettivi?
R. Vorremmo coinvolgere soprattutto i boutique hotel di alta gamma dotati di un numero di camere compreso tra le 15 e le 130 stanze, differenziati per segmento e location. L’ideale sarebbe raggiungere un portafoglio di 100-150 strutture distribuite sull’intero territorio nazionale. Oltre al sito, che sarà online a partire dal prossimo mese di maggio, agli hotel partner forniamo tutta una serie di servizi, che vanno dalla classica commercializzazione delle camere, anche nelle principali fiere di settore europee, fino alla formazione finanziata, nonché a modalità agevolate di consulenza specifica.

Leonello Bagolin: AMBITI OPERATIVI
Cota hotels è una società di consulenza alberghiera che offre servizi a 360 gradi a gruppi e/o società di hotel e resort di alto livello. Specializzata in direzione, management, organizzazione e processi, analisi e controllo dei costi di gestione, formazione professionale, studi di business plan e fattibilità, nonché project management, nei suoi 20 anni di attività ha diretto, realizzato e seguito l´apertura di oltre due decine di strutture alberghiere e creato l´unico brand tutto italiano per la qualità totale, Cota hotels Professional Management Quality Service.

CHI SIAMO
Cota hotels opera secondo un proprio codice di etica e deontologia professionale nel rispetto della legge n 4 del gennaio 2013. I propri consulenti, dotati di esperienza ultratrentennale, sono qualificati Cmc – Certified management consultant a livello internazionale dall´International council of management consulting institute (Icmci) e, a livello italiano, dall´Associazione professionale dei consulenti di direzione e management (Apco), riconosciuta dalla stessa legge n 4-01-2013 e iscritta presso il ministero dello Sviluppo economico.

Tel.: 0331 784682
@: direzione@cotahotels.com
Web: www.cotahotels.com S

Comments are closed

  • Categorie

  • Tag

Articoli Correlati