Job In Tourism > News > News > Più di 400 mila turisti americani in Italia: il risultato dei primi 30 anni della Jdb

Più di 400 mila turisti americani in Italia: il risultato dei primi 30 anni della Jdb

Di Elena Gerasi, 11 aprile 2008

«Che momento emozionante per una donna che ha cominciato nel seminterrato di casa propria, con un albergo di lusso in Giamaica come unico cliente nel lontano 1978!». Con queste parole, visibilmente commossa, la presidente-fondatrice della società di prenotazioni e marketing alberghiero Jdb fine hotels & resorts, Judith Davis Baer, ha commentato il successo del suo gruppo durante la cena di gala appositamente organizzata, presso l’ambasciata italiana di Washington, per celebrare i propri 30 anni di attività.
In un’atmosfera quasi familiare, il primo consigliere della sede diplomatica italiana a Washington, Marco Mancini, ha consegnato alla fondatrice la targa speciale al merito, conferitale dal ministro per i beni e le attività culturali, Francesco Rutelli. In 30 anni di attività, infatti, Judith Davis Baer ha promosso entusiasticamente negli Stati Uniti le bellezze del nostro territorio, le meraviglie dei suoi monumenti, nonché la qualità delle sue infrastrutture turistiche. Per fare qualche numero, la Jdb è stata responsabile di ben più di un milione di prenotazioni alberghiere, nonché dell’ingresso in Italia di 400 mila turisti americani.
Le motivazioni di questo successo sono da rintracciare nella dedizione al lavoro della sua fondatrice, che ancora oggi seleziona personalmente ogni struttura in base a diversi fattori distintivi come la reputazione, il management, la location e il servizio: una scrupolosità che ha reso Jdb una società leader nel suo settore, capace com’è di rappresentare oggi ben 170 alberghi italiani di lusso su un totale di 200. Il concept vincente è quello dell’one stop shop: uno sportello di vendita unico ed esaustivo, specificamente pensato per il viaggiatore con buone capacità economiche e contraddistinto dalla ricca offerta di pacchetti onnicomprensivi, tra cui i migliori itinerari disegnati appositamente per il mercato americano.
A completare questo quadro di servizi, poi, ci sono tre prodotti editoriali: Nouvelles, una newsletter trimestrale dedicata alle agenzie di viaggio che prenotano tramite Jdb; la patinata Jdb hotel directory, semestrale che presenta una selezione degli alberghi del gruppo; infine, Tour and transfer handbook, in cui, una volta all’anno, si trova una vetrina dei prodotti turistici creati ad hoc per i viaggiatori americani. Grazie a questa offerta al contempo variegata e specialistica, il fatturato annuo della società si attesta sui 23 milioni di dollari. Così, l’unica che è sembrata ancora non credere a tali risultati è stata proprio Judith Davis Baer quando, di fronte al folto pubblico di agenti di viaggio, operatori e giornalisti intervenuti alla cerimonia, ha commentato: «Qualche volta non riesco ancora a realizzare che la nostra società sia così apprezzata a livello internazionale. Nel corso di questi 30 anni siamo cresciuti enormemente, diventando i primi nel segmento dei viaggi di alta qualità in Italia. Questa espansione è potuta avvenire, però, soltanto grazie ai nostri partner. Ed è per questo motivo che li ringrazio con tutto il cuore per il loro costante supporto: le fondamenta che abbiamo costruito insieme, unite alla comune passione per il turismo, ci prospettano ancora molte possibilità di successo».

Comments are closed

  • Categorie

  • Tag

Articoli Correlati