Job In Tourism > News > Editoriale > Perché il caldo non sciolga il cervello

Perché il caldo non sciolga il cervello

Di Antonio Caneva, 30 luglio 2015

Queste calde giornate d’estate ci hanno tolto le forze, ma non l’entusiasmo.
Confortati dai timidi miglioramenti dell’economia e dello stato d’animo generale, ci apprestiamo a partire per le vacanze. Non prima, però, di aver attuato un miglioramento e sviluppato un progetto per il ritorno.
Il miglioramento: si sentiva la necessità di rendere il giornale più aderente alla sua natura digitale, superando il concetto di cartaceo che ci ha accompagnati per 18 anni. Onestamente, ero affezionato alla sua impostazione un po’ retrò, ma riconosco che il nuovo layout lo rende più leggibile e vicino alle aspettative dei lettori. E così, me ne faccio una ragione.
Il progetto: momenti di apprendimento che escano dal ripetitivo e, con un approccio non banale, propongano quattro giornate di incontri in cui confrontarsi per approfondire, in tema di gestione alberghiera, le proprie conoscenze e verificare le proprie convinzioni.
Da cosa nasce questa iniziativa? Una mattina, in uno dei miei consueti breakfast all’hotel Enterprise con Dennis Zambon, si discuteva di quanto spesso, come dice il saggio cinese, «ci si sofferma a guardare il dito quando questo indica la luna», e si perdono opportunità, talvolta causando danni, in alcuni casi irreparabili. Preso, come sempre, dai ragionamenti di Zambon, abbiamo trasformato la chiacchierata in un progetto. E ora è già realtà, pronto da consultare.
Anche i temi che abbiamo deciso di sviluppare seguono una logica non convenzionale: Passion, People, Product, Profit; dove è da rimarcare che, alla fine del percorso, quello che fa premio è il profitto: motore del lavoro sia del dipendente, sia dell’imprenditore.
E poi per l’autunno avremo altre cose nuove: l’aggiornamento della sezione formazione del sito e l’attivazione dell’alert sulle inserzioni, per cui, se lo desiderano, i visitatori potranno ricevere una mail con le inserzioni che li interessano.
Ora basta, vado in montagna. Tanti auguri a tutti e arrivederci a fine agosto.

Comments are closed

  • Categorie

  • Tag

Articoli Correlati