Job In Tourism > News > F&B > Parliamo un po’ di birra

Parliamo un po’ di birra

Di Carmine Lamorte, 23 settembre 2011

Nel 1988 è stata fondata, in Piazza 5 luglio, a Piozzo, in provincia di Cuneo, la Birra artigianale Baladin. Da allora questa birra di strada un po’ ne ha fatta, ma sempre in ambiti molto contenuti. È uno stupendo prodotto artigianale, realizzato con acqua, cereali, lieviti, luppolo e a volte spezie. La birra, in particolare, è suddivisa in due linee: Argento, fresca e speziata, e Oro, classica e calda. L’artefice di tutto ciò è Teo Musso, il Signor Baladin, che produce anche un sidro e una linea di bibite alla maniera antica: il ginger, la cedrata e la spuma nera.
Nel 2007 è poi iniziata la produzione di un’altra splendida birra artigianale italiana: quella del Birrificio del Ducato, di Busseto, in provincia di Parma: la terra di Giuseppe Verdi. Tre giovani, Giovanni, Emanuele e Manuel, hanno infatti deciso di dare vita al proprio sogno, realizzando un prodotto di grande qualità che si serve solo di materie prime naturali e pregiate; sette le tipologie disponibili: dalle bionde alle scure, fino alle rosse, ognuna con un proprio bicchiere di degustazione.
La Birra del Borgo, infine, è di Borgorose, in provincia di Rieti. La sua particolarità è quella di essere realizzata con molte spezie e prodotti inusuali per questa bevanda, come per esempio un cereale, antico antenato del frumento, chiamato Enkir, che dà anche il nome a una delle birre del Borgo. Assolutamente da scoprire.

Comments are closed

  • Categorie

  • Tag

Articoli Correlati