Job In Tourism > News > F&B > Parliamo di cocktail

Parliamo di cocktail

Di Di Paola Pallanzona, 16 febbraio 2001

Precedentemente avevamo anticipato che avremmo iniziato a parlare un po’ del mondo del barman, a partire dai ferri del mestiere, cioè quelli che servono per preparare un cocktail, sino al comportamento di chi invece e’ dietro al bancone di un bar. E manteniamo la promessa: ma vi vorremmo anche dire che l’A.I.B.E.S. ha creato il “Dizionario dei Cocktail” composto da una video cassetta, un cd rom e un libro. Una guida mutimediale ricca di testi, immagini e filmati creata per diffondere cultura e tecnica del bere miscelato. Il libro contiene le ricette e le foto di 180 cocktail: 60 sono quelli conosciuti in tutto il mondo, gli altri sono i drink che hanno vinto i concorsi nazionali nei 50 anni di storia dell’A.I.B.E.S. Il libro contiene anche una parte relativa all’attrezzatura da bar, una sezione riguardante le guarnizioni e, per concludere, una parte contenente tutti i cocktail, illustrati, quattro per pagina, con foto a colori, ricetta e metodo di esecuzione. La videocassetta permette di vedere come si esegue correttamente il cocktail punto per punto, mentre il cd rom consente una verifica immediata di come si presenta il cocktail una volta preparato; anche nel cd rom c’è la ricetta del cocktail, con i prodotti che lo compongono. Consultarlo è molto facile perché i cocktail sono in ordine alfabetico. Il “Dizionario dei cocktail” è uno strumento indispensabile per comprendere il mondo del bere miselato e utilizzare le attrezzature in modo corretto, per imparare tutti i segreti per la realizzazione dei cocktail. Quindi, se volete preparare un cocktail agli amici, nulla e’ più utile di questa guida, ma forse non sapete che l’A.I.B.E.S. organizza anche un corso per hobbysti, formato da tre lezioni di tre ore ciascunam e destinato a tutte quelle persone che appassionate del mondo del bar vogliono approfondire la materia. E ora parliamo di come si “costruisce” un bar a casa: Per attrezzare il bar di casa in maniera adeguata è necessario avere una serie di prodotti di base che sono indispensabili: quindi il reparto bottiglieria dovrà comprendere: bevande gassate, amari vari, acquaviti, aperitivi di tutti i tipi, brandy, cognac, champagne, spumante, gin, grappa, rum, vodka, whisky, liquori e sciroppi. Inoltre non devono mai mancare latte fresco, panna da montare, succhi di pomodoro e caffè. Una volta che avete in casa questi prodotti, allora potete iniziare a leggere le etichette, assaggiarli uno per uno e farvi già un’idea. La prossima volta vi illustreremo gli attrezzi che servono per preparare i cocktail.

Comments are closed

  • Categorie

  • Tag

Articoli Correlati