Job In Tourism > News > News > Ora l’ospitalità internazionale punta sulla diversificazione

Ora l’ospitalità internazionale punta sulla diversificazione

Di Job in Tourism, 16 maggio 2008

Si amplia la proposta ricettiva di Mauritius

Il turismo a Mauritius continua a crescere. Anche quest’anno, infatti, la Mauritius tourism promotion authority si attende un incremento dei visitatori internazionali, il cui numero, secondo le previsioni ufficiali, dovrebbe crescere del 7% rispetto al 2008. Un intenso sviluppo dell’incoming, che stimola nuovi piani d’investimento nel comparto ricettivo dell’isola, su cui, già nel corso del 2007, sono stati inaugurati, tra l’altro, il Club Med Albion 5 tridenti e il Tamassa di Naïade resorts. Quest’anno, in particolare, aprirà i battenti il Tamarina golf estate & beach club, che, distribuito su oltre 42 ettari di superficie, metterà a disposizione dei propri ospiti 119 ville di lusso oltre a un green 18 buche. A giugno aprirà invece, l’Anahita world class sanctuary: un nuovo concetto di luxury lifestyle development, che sarà composto da 70 ville circondate, anche qui, da un campo di golf 18 buche. Pure Le Grand Mauritian resort & spa, appartenente al gruppo Starwood, aprirà a giugno le proprie 193 camere e suite, così come, nello stesso mese, verrà inaugurato il Four Seasons Mauritius resort Anahita. A novembre sarà poi la volta del Four Points by Sheraton, mentre per la fine dell’anno è prevista l’apertura dell’Intercontinental Mauritius resort

In Slovacchia s’investe nel termale
A circa 100 chilometri da Bratislava, presso Moravany nad Vahom, nelle vicinanze del famoso centro termale sloveno di Piestany, sarà costruito un nuovo impianto turistico termale con balneo-fisioterapia, ambulatori, alberghi e altri servizi. A rivelarlo è l’ufficio di Bratislava dell’istituto nazionale per il commercio estero (Ice). L´investitore è il principe ereditario dell’Arabia Saudita, Sultan bin Abdulaziz al-Saud. Il nuovo centro, che si svilupperà su una superficie di 36 ettari, è uno tra i cinque grandi progetti d’investimento previsti nella micro-regione di Piestany. Nella stessa area, infatti, una società olandese ha intenzione di avviare un grande impianto di attività per il tempo libero (piscina, campo di golf, wellness), mentre è stato recentemente presentato un progetto per un altro nuovo centro benessere nella città di Piestany, nonché un piano per lo sviluppo di alloggi turistici. Un ulteriore investitore estero prevedrebbe, infine, di realizzare un piano di edilizia residenziale su una superficie di 40 ettari nella zona turistica Cervena Veza sempre a Piestany. In totale, il valore complessivo degli investimenti nella micro-regione dovrebbe aggirarsi attorno ai 450 milioni di euro.

Comments are closed

  • Categorie

  • Tag

Articoli Correlati