Job In Tourism > News > Outsourcing > Obiettivo eccellenza per l’ospitalità

Obiettivo eccellenza per l’ospitalità

Dall'esperienza Hotel Volver - Village Volver nasce la nuova realtà Volver Alliance

Dall'esperienza Hotel Volver - Village Volver nasce la nuova realtà Volver Alliance

Di Giorgio Bini, 27 settembre 2012

WWW.HOTELVOLVER.COM

Una rete di imprese, un catalizzatore di partner d’eccellenza fondato sulla ricerca di selezionate aziende, che si distinguano per qualità, innovazione ed esperienza. È l’obiettivo della nuova realtà Volver Alliance, che mira a venire incontro alle mutate esigenze di un mercato in continua evoluzione, caratterizzato da un progressivo spostamento dei valori e dalla necessità di rimettere alla base di tutto l’esperienza umana. Volver Alliance è insomma un marchio di garanzia, con l’ambizione di diventare uno standard di riferimento dell’eccellenza, dell’innovazione dei modelli di business e della visione strategica. E ciò per fornire una tempestiva risposta alle esigenze del mercato dei servizi nel settore dell’hôtellerie e in quello turistico. Incubatore di un codice etico, di valori e di comportamenti, il brand ha unito, sotto il suo marchio di qualità, realtà strutturate tra cui Hotel Volver e Village Volver, fornitori di un ampio spettro di servizi.
«L’avvento dei social network come mezzo di comunicazione e l’affacciarsi di mercati emergenti hanno richiesto il ripensamento del modello ricettivo attraverso attività evolute e qualificazione dell’offerta», spiega Marco Rondina, amministratore delegato di Hotel Volver. «Uno degli interventi più importanti, in particolare, è quello di affiancare la direzione e il management alberghiero, predisponendo azioni mirate alla crescita della competitività. Gli hotel, infatti, spesso si dimenticano di valorizzare dei plus fondamentali o non dispongono di personale dedicato al monitoraggio del sentiment, che il pubblico dimostra nei suoi riguardi e che racconta, in termini emozionali, l’attività della struttura, il suo successo. Ma l’hotel è oggi un’entità che si deve aprire al mercato dialogando, offrendo una qualità superiore a quella che si poteva accettare fino a qualche anno fa, ascoltando i propri clienti per rispondere immediatamente con offerte innovative e adeguate ai tempi».
L’idea, allora, è quella di cambiare il ruolo stesso dell’hotel. «Vogliamo trasformarlo da un luogo d’accoglienza a un centro di condivisione ed esperienza», puntualizza sempre Rondina. «Grazie alla partnership con Volver Alliance abbiamo così rinforzato i nostri valori fondamentali, quali l’affidabilità, la serietà, la qualità del personale, la tempestività di consegna e l’investimento in macchinari. Non c’è solo un’offerta, ma un servizio integrato che trasforma l’hotel nella migliore scelta fatta dal suo cliente».
Sulla medesima lunghezza d’onda è peraltro Pierantonio Pegoraro, direttore commerciale di Cegalin, azienda partner di Hotel Volver, impegnata nella consulenza di servizi in outsourcing agli alberghi nell’ambito della pulizia delle camere, del facchinaggio, della lavanderia interna, della gestione della linea cortesia, degli accessori e dell’assistenza tecnica: «Abbiamo lasciato al passato vecchie definizioni come riordino e manutenzione, per parlare una nuova lingua. Abbiamo qualificato sempre di più i servizi di pulizia e riordino stanze, integrato il parco macchine, formato i nostri collaboratori e appreso che la clientela di un albergo non vuole solo un soggiorno e una stanza in ordine, ma cerca un’esperienza. Le pulizie sono una componente fortemente strategica: la prima cosa che stimola recensioni positive o negative sui social network. Un servizio scadente o approssimato sposta le chance di business di un’intera struttura alberghiera. Questo significa esercitare un know-how frutto di anni di esperienza, investire nella formazione del personale specializzato e impiegare le migliori tecnologie».
«Oggi i clienti hanno stimoli e piattaforme web dove esprimere il gradimento», conclude Rondina. «I social network hanno riconfigurato lo scenario del settore turistico. Come confrontarsi con la community del web che decreta il successo o l’insuccesso di un brand? È necessario generare contenuti, creare nuovi servizi, valorizzare il brand, pianificare iniziative e dialogare con chi qualifica il lavoro alberghiero. Così ci stiamo concentrando sulla realizzazione di Sentiment Volver: un sistema per l’analisi e la valutazione del sentimento che circola sulla rete, grazie alla gestione di specialist in strategia e comunicazione, abili a individuare punti di forza e di debolezza, rispondendo a una community vasta ed esigente. Questo perché qualsiasi persona possa sentirsi, nell’hotel che sceglie, come a casa propria e possa identificarsi a livello emotivo nel servizio offerto: a partire già dal suo ingresso nella hall».

Comments are closed

  • Categorie

  • Tag

Articoli Correlati