Job In Tourism > News > News > Nuovi cataloghi e crescita di qualità nel futuro di Frigerio Viaggi

Nuovi cataloghi e crescita di qualità nel futuro di Frigerio Viaggi

Di Anna Goffi, 9 luglio 2004

Il Gruppo Frigerio Viaggi gode di ottima salute. Lo ha dichiarato Giancarlo Frigerio, presidente dell’azienda, durante una conferenza stampa tenutasi a Milano presso il Bistrot café della Rinascente. Il Gruppo, portato avanti oltre che dal presidente Giancarlo, anche dai suoi figli Paola e Simone e da Roberto Gentile, responsabile network, si occupa di quattro ambiti affini e complementari: trasporti in pullman, turismo, biglietti aerei e franchising.
Molte le novità annunciate su vari fronti. Riguardo al franchising, l’obiettivo è l’adesione a quanto indicato dalla legge 6 maggio 2004 n. 129, che regola accuratamente il rapporto tra affiliante e affiliato. L’intento è raggiungere entro l’anno 45 agenzie aderenti alla rete (sulle attuali 35), grazie anche al progetto di espansione verso il sud Italia dove la Puglia farà da regione pilota.
Per quanto concerne la programmazione è già pronto un nuovo catalogo “Inventive”, dedicato ai viaggi di gruppo e agli incentive e se ne sta approntando un altro denominato “I Corti”, per uno/due giorni di tour; oltre alla revisione dell’edizione invernale del catalogo in-house “Vacanze Mirate”, che continuerà a essere costantemente aggiornato.
Inoltre il Gruppo ha firmato un accordo con Banca Intesa per la gestione delle vacanze dei dipendenti, ha aperto la prima agenzia affiliata VentaSun ed è in partnership con Ventaglio sul progetto VentaPoint.
“Puntare su un servizio di qualità – ha affermato Giancarlo Frigerio – paga. I primi quattro mesi del 2004, in confronto allo stesso periodo del 2003, hanno registrato nel leisure un incremento del 21% sul numero delle partenze e del 23% sul fatturato, mentre nel business travel l’azienda ha incrementato del 38% i passeggeri movimentati. Obiettivi finali sono mantenere indici di crescita buoni, guardare la marginalità, valutare eventuali opportunità nell’acquisizione di agenzie di medie dimensioni”.
“Comunque, piccolo è bello – ha continuato Giancarlo Frigerio – perché le recenti vicissitudini di Parmatour e Festival ci hanno insegnato che è meglio crescere gradualmente, non affrontare sfide sopra le proprie capacità e fare attenzione a costi e ricavi. In ogni caso, nonostante le difficoltà dovute al furto di biglietteria aerea subito nel 2002, al quale si è posto riparo con adeguata iniezione di capitali, le tre società facenti capo al Gruppo, Frigerio trasporti, Frigerio viaggi e Frigerio viaggi network, chiuderanno il 2004 in attivo di bilancio”.

Comments are closed

  • Categorie

  • Tag

Articoli Correlati