Job In Tourism > News > Trend > Nel 2030 la Cina sarà il primo mercato inbound al mondo

Nel 2030 la Cina sarà il primo mercato inbound al mondo

Di Job in Tourism, 19 novembre 2018

La Cina scalzerà la Francia dal gradino più alto del podio del turismo internazionale entro la fine del 2030. A rivelare la data ultima di un sorpasso atteso è stata la società di ricerche di mercato Euromonitor International durante l’ultima Wtm di Londra. A contribuire alle fortune dell’ex Celeste impero, rivela lo studio, sarà soprattutto l’aumento della domanda proveniente dai Paesi limitrofi, nonché l’incremento della consistenza della classe media in Asia.

In generale, sempre secondo Euromonitor, a beneficiare maggiormente della crescita costante della domanda di viaggi internazionali nei prossimi anni saranno, oltre al Paese del dragone, la stessa Francia, nonché la Tailandia, Hong Kong e gli Stati Uniti. Sul Regno Unito pesa invece la questione Brexit, ma non solo.

Stando ancora alle stime della ricerca, infatti, nei prossimi dodici anni la quota di cittadini britannici appartenenti alle classi sociali più basse è destinata a salire sensibilmente. «Il mercato dei viaggi dovrà quindi far fronte a una forte pressione sui prezzi», ha spiegato la responsabile travel di Euromonitor, Caroline Bremner. «In particolare, i giovani del Regno Unito avranno per la prima volta da molto tempo meno soldi a disposizione delle generazioni che li hanno preceduti. Il contrario di quello che sta avvenendo in Asia». Unica, magra, consolazione, quella che in caso di Brexit senza accordo, il mercato inbound del Paese dovrebbe godere di una svalutazione competitiva della sterlina di circa il 10%.

Comments are closed

  • Categorie

  • Tag

Articoli Correlati