Job In Tourism > News > News > Lo yield management alla conquista dei residence

Lo yield management alla conquista dei residence

Di Pierpaolo Dutto, 12 novembre 2004

Nel panorama delle strutture ricettive inizia a prendere sempre maggiore importanza la presenza dei residence. Un settore emergente, un nuovo modo di fare turismo che può rappresentare per molti operatori un’opportunità di crescita, come testimoniano le cifre di mercato degli ultimi anni.
I residence sono strutture che presentano maggiore flessibilità, rispetto agli hotel tradizionali, e quindi rispondono efficacemente alle esigenze di una clientela molto diversificata.
Lo sviluppo dei residence negli ultimi anni ha quindi comportato una crescita di professionalità tra gli addetti ai lavori, e conseguentemente una richiesta di tecniche e strumenti organizzativi e manageriali adeguati alle nuove esigenze, come appunto le tecniche di yield management, già ampiamente diffuse presso gli hotel tradizionali.
A José Roblés, direttore di Optims Italia, la società specializzata in soluzioni informatiche di ottimizzazione dei ricavi che ha creato Optims R&R appositamente per i residence, abbiamo chiesto quali siano le differenze rispetto ai sistemi usati negli alberghi. “La durata dei soggiorni nei residence è molto diversa rispetto agli alberghi, si tratta di prenotazioni di settimane, mentre in hotel la clientela business si ferma per uno, due, al massimo cinque giorni. E per un tour operator è fondamentale gestire appartamenti con diversi costi rispetto alla stagione. Siamo di fronte a necessità di un livello superiore cui risponde bene il sistema R&R che focalizza la propria attenzione sull’ottimizzazione della durata di soggiorno, con un software in grado di fornire l’analisi dello storico e la previsione della domanda, fondamentali per mettere a punto la strategia”.
Il nuovo sistema è stato adottato con successo in Francia da Yellow Village, e in Inghilterra da Center Park. Ora lo yield management si appresta a conquistare anche i residence italiani.

Comments are closed

  • Categorie

  • Tag

Articoli Correlati