Job In Tourism > News > Professioni > L’impegno di Ehma nel sociale è Valueable

L’impegno di Ehma nel sociale è Valueable

Presentata a Roma un’iniziativa che vede il settore dell’ospitalità protagonista assoluto delle politiche d’inserimento lavorativo dei giovani con disabilità intellettiva

Presentata a Roma un’iniziativa che vede il settore dell’ospitalità protagonista assoluto delle politich

Di Marco Bosco, 2 Febbraio 2019

Un progetto finalizzato all’inserimento lavorativo dei ragazzi con disabilità intellettiva nelle strutture alberghiere e della ristorazione, tramite collocamenti mirati. La rete Valuable vanta oggi numerose aziende partner in vari paesi d’Europa e ha già coinvolto circa 400 giovani con disabilità intellettiva che, grazie all’iniziativa, hanno imparato a svolgere le loro mansioni in autonomia, hanno frequentato stage all’estero e ora lavorano in alberghi, ristoranti e fast food. Lo ha raccontato a Roma, durante una recente presentazione del progetto, Paola Vulterini, responsabile dell’ufficio internazionale di Aidp: l’Associazione italiana persone Down è promotrice di questo programma cofinanziato dall’Unione Europea, che vede anche la collaborazione dell’Ehma, nonché dell’Associazione italiana Confindustria alberghi, organizzatrice dell’evento capitolino.

«Valueable ha fatto da subito tre scelte strategiche», ha proseguito Paola Vulterini: «Puntare sul settore dell’ospitalità come il più adatto allo scopo, creare partnership durature e lanciare una rete che offra ampie opportunità. Oltre al supporto degli enti formativi, che curano la selezione e la presentazione dei candidati, il progetto offre pure vari strumenti di sostegno, quali la app “On my own… at work”, pensata per sostenere il tirocinante-lavoratore e renderlo sempre più autonomo».

Uno dei primi sostenitori dell’iniziativa è stato peraltro il socio Ehma, nonché managing director Italy Meliá Hotels International, Palmiro Noschese. La sua azienda, una catena alberghiera forte di 370 strutture nel mondo, si è infatti impegnata fin dal 2013 in iniziative utili alla nascita del programma Valueable, in particolare tramite l’inclusione lavorativa di sei giovani affetti da sindrome di Down presso l’hotel Meliá Ostia Antica. Un’iniziativa che è stata persino ripresa a livello nazionale dalla Rai. Ma Noschese ha anche partecipato via video alla presentazione del progetto Valueable all’Onu, avvenuta a New York lo scorso 21 marzo, in concomitanza con la Giornata mondiale della sindrome di Down. Tra gli altri soci della European Hotel Managers Association attivi nel programma è poi da segnalare Giuseppe Falconieri, oggi chief inspiring officer dell’Elizabeth Unique Hotel Rome.

Palmiro Noschese

Palmiro Noschese

Sempre nella capitale è inoltre in apertura a breve l’Albergo Etico, il cui proprietario, Antonio Pelosi, ha deciso di impiegare uno staff prevalentemente formato da disabili. Il punto fondamentale, ha chiarito lo stesso Pelosi, è quello di trovare per ciascun profilo il lavoro giusto: un’operazione che in realtà si fa sempre, ma che è ancora più importante in un contesto di questo genere. «Bisogna dare la possibilità ai giovani disabili di fare esperienza nel mondo del lavoro, perché hanno dimostrato di avere capacità e passione», ha concluso il presidente di Confindustria Alberghi, Giorgio Palmucci, appena nominato tra l’altro alla guida dell’Enit. «Il nostro compito è quello di fare in modo che il progetto Valueable continui ad avere dei finanziamenti, nonché di sensibilizzare il governo al fine di facilitare e favorire l’inserimento al lavoro di questi ragazzi».

 

L’assemblea generale torna a Parigi

Dopo 19 anni, la Ville Lumiere ospiterà ancora una volta l’assemblea generale dell’Ehma. In programma dal 15 al 17 febbraio, l’edizione di quest’anno sarà intitolata «Welcome to the future» e si svolgerà presso l’hotel Westin Paris – Vendôme. Molti i momenti importanti in programma, tra cui l’elezione del presidente, il tradizionale educational day, nonché la consegna dei premi Hotel manager of the year 2018 e Sustainability award by Diversey 2019.

 

Ezio Indiani riconfermato alla guida del Chapter Italia

Durante la riunione autunnale del Chapter italiano di Ehma, tenutasi presso l’Excelsior Venice Lido Resort, il general manager del Principe di Savoia di Milano, Ezio Indiani, è stato riconfermato delegato nazionale per il prossimo triennio. Il suo deputy rimane quindi Francesco Brunetti, market general manager, Milan & West Italy business council chairman at Marriott International. Sotto la guida di Indiani, iniziata nel 2010, l’Italian Chapter ha registrato una crescita associativa senza precedenti, accompagnata da una instancabile attività, che ha portato allo sviluppo di importanti iniziative, come la certificazione a livello europeo dei direttori d’albergo, nonché il progetto di formazione «Mentor me», rivolto ai giovani che lavorano nel settore e che dimostrano grande potenziale di crescita, A ciò si è aggiunto recentemente anche il progetto «Ehma incontra l’arte», che persegue una collaborazione e un’interazione costruttiva tra il mondo dell’arte e della cultura e il comparto dell’ospitalità.

Comments are closed

  • Categorie

  • Tag

Articoli Correlati