Job In Tourism > News > News > Le scimmie e gli errori

Le scimmie e gli errori

Di Antonio Caneva, 25 maggio 2007

Ho ricevuto in regalo un bel romanzo breve, di facile lettura, scritto da Luis Sépulveda, Il vecchio che leggeva romanzi d’amore, in cui si descrive la tecnica che una tribù amazzonica utilizza per catturare le scimmie. Prendono una noce di cocco e la vuotano attraverso un’apertura di un paio di centimetri, poi, attraverso un foro praticato nella parte opposta, fanno passare una corda che bloccano all’interno con un nodo e fissano a un albero. Alla fine introducono alcuni sassi nella noce. Le scimmie, curiose, attendono che si allontani l’uomo e poi scendono, agitano la noce e, curiose, vengono attratte irresistibilmente dal suono dei sassi che battono. A questo punto non resistono dall’inserire una mano nell’apertura cercando di toglierli. Non appena hanno le pietruzze tra le dita, la loro avidità le induce a cercare di recuperarle uscendo dal foro. Il giorno dopo, esauste per gli inutili sforzi nel cercare di liberare la mano chiusa a pugno, le scimmie sono facili prede dei cacciatori.
A inizio anno abbiamo pubblicizzato un’iniziativa, di per sé interessante: Hoteliers.tv, che proponeva filmati, scaricabili da internet, realizzati con interviste a riconosciuti esperti di vari settori operanti nel turismo. Per tre mesi si è avuta la possibilità di scaricare gratuitamente i filmati e quindi, successivamente, valutare se abbonarsi al servizio. A quanto mi risulta i commenti sono stati positivi, l’idea è piaciuta ma, al momento di passare dalla gratuità al pagamento, vi sono state resistenze e non si è avuta l’adesione sperata.
Organizzare questa iniziativa ha richiesto all’ideatore del progetto un grosso impegno sia in termini personali sia economici. Tra l’altro, mi risulta che i primi sei filmati fossero già pronti e di questi solo tre erano stati distribuiti. Ha ritenuto però che fosse troppo rischioso accettare sottoscrizioni a pagamento che avrebbero impegnato poi per il futuro, con il rischio di non poterle onorare. Una decisione sofferta, che mi ha fatto apprezzare lo spessore della persona che ha formalizzato sì il mancato successo, ma ha anche aperto la mano e lasciato i sassolini nella noce di cocco evitando di fare la fine delle scimmie.

Comments are closed

  • Categorie

  • Tag

Articoli Correlati