Job In Tourism > News > Eventi > Le parole d’ordine di #WIT16

Le parole d’ordine di #WIT16

A Web in Tourism quest'anno si punta su ispirazione, tutorial e strategia. Stay tuned!

A Web in Tourism quest'anno si punta su ispirazione, tutorial e strategia. Stay tuned!

Di Marco Beaqua, 21 aprile 2016

Strategie di mail marketing e marketing automation. Ma anche come sfruttare le potenzialità di Instagram, nonché le opportunità aperte dall’integrazione dei sistemi. Si parlerà di questo e tanto altro a Web in Tourism 2016: l’evento dedicato alla tecnologia applicata al mondo dei viaggi e dell’ospitalità, in programma il prossimo 31 maggio presso l’Enterprise Hotel di Milano.
È una mattinata intensa quella che ci attende, ricca di spunti e di approfondimenti su temi sempre più importanti per il successo di qualsiasi impresa ricettiva. Ma a #WIT16 (l’hashtag è d’obbligo) non ci si limiterà a esporre teorie complicate spesso avulse dai contesti di riferimento. In linea con la filosofia di tutti gli eventi griffati Job in Tourism, si metterà infatti l’accento sugli aspetti pratici delle questioni, con l’esposizione di case-history concrete e di suggerimenti di immediata applicabilità. Quest’anno, in particolare, sono tre le parole d’ordine che echeggeranno tra i partecipanti: «ispirazione», per accendere l’emisfero sinistro del cervello, quello della creatività, e proiettare le proprie idee di business dieci anni avanti; «tutorial», per stimolare al contrario l’emisfero destro della propria materia grigia, quello della razionalità, e supportare una coerente visione d’insieme del web; «strategia», per cementare vision e ispirazione nella pratica del lavoro quotidiano.
Un programma davvero approfondito, tuttora in divenire, ma che ha già i suoi punti fermi. Qualche assaggio? L’intervento di MailUp, che racconterà i risultati di un anno di campagne email reali, effettuate per conto dell’emergente catena budget B&b Hotels. Mauro Lupi di DigitalBreak ci parlerà invece delle opportunità aperte dalle più avanzate tecnologie di marketing automation, per creare un’efficiente relazione one-to-one con i propri clienti (a questo proposito si vedano anche le anticipazioni contenute nell’ampia intervista pubblicata a pagina 2, ndr). Subito dopo sarà quindi il turno di Maurizio Mazzanti dell’agenzia E3 e del gruppo DigiTouch, che ci svelerà i segreti di Instagram: oggi senz’altro uno dei social network con il più alto tasso di crescita al mondo. E poi ancora Alessandro Calligaris di Serenissima Informatica, che affronterà la questione dell’integrazione digitale e della necessità di far dialogare tra loro in maniera trasparente una molteplicità di sistemi differenti.
Ma non finisce qui: ogni intervento sarà infatti integrato da uno stimolante question time animato dal docente dell’Università degli studi di Milano Bicocca, e già dirigente Atahotels, Dennis Zambon, nonché dal marketing manager e dal responsabile di redazione di Job in Tourism, Emilio De Risi e Massimiliano Sarti. Sarà infatti loro compito trovare le domande più spregiudicate e “punzecchianti” da porre agli speaker, al contempo coinvolgendo i presenti in sala desiderosi di soddisfare propri interessi e curiosità.
Non mancheranno, dunque, le novità a #WIT16, che anche quest’anno promette un dibattito dai toni spumeggianti. Continuate perciò a consultare i canali di comunicazione Job in Tourism, tramite i quali nelle prossime settimane vi aggiorneremo costantemente sui contenuti e le sorprese ulteriori in programma a Web in Tourism. Insomma, come si dice in questi casi: stay tuned!

Comments are closed

  • Categorie

  • Tag

Articoli Correlati