Job In Tourism > News > Travel industry > Le mire europee di Expedia: acquistata Venere.com

Le mire europee di Expedia: acquistata Venere.com

Di Job in Tourism, 1 agosto 2008

Si consolida la posizione di Expedia nel mercato dei viaggi on-line. È, infatti, di pochi giorni fa la notizia dell’avvenuta acquisizione di Venere.com da parte del colosso internazionale dell’intermediazione. La transazione, in particolare, permetterà a Expedia di incrementare di oltre 10 mila strutture la propria offerta globale. I termini dell’accordo di acquisizione, concluso con i proprietari di Venere net, la società italiana gestita dal fondo di private equity Advent international e dai quattro soci fondatori del sito, che controllava fino a pochi giorni fa il portale on-line, non sono stati resi noti, ma per la definitiva chiusura della transazione si dovrà comunque attendere l’approvazione delle autorità antitrust competenti.
«Acquisire Venere.com arricchirà il nostro portafoglio di un marchio rinomato e ben affermato nel mercato consumer», ha dichiarato a proposito della transazione, il president e ceo di Expedia, Dara Khosrowshahi. «Inoltre, ci aiuterà a espandere i nostri contenuti in Europa, Medio Oriente e Africa, nonché a diversificare il nostro modello di business nei confronti degli hotel partner in tutto il mondo».
Principalmente rivolto verso i consumatori europei, il sito Venere.com comprende, in particolare, 29 mila hotel in tutto il globo, di cui, però, ben 26 mila situati nel Vecchio continente. Al momento, il tasso di crescita dell’offerta di Venere.com si attesta, inoltre, su un ritmo di oltre mille nuove strutture al mese.
«Entrare a far parte di Expedia è decisamente eccitante», ha aggiunto il ceo di Venere.com, Marco Ficarra. «La qualità del nostro network di hotel e bed and breakfast, in continua espansione, s’integra peraltro perfettamente con i prestigiosi marchi del gruppo. Non solo: il nostro team di professionisti, dislocato tra Roma, Londra e Parigi, costituirà un perfetto complemento per Expedia, consentendo in particolare agli albergatori partner di avere a disposizione nuove opportunità di gestione del loro mix di distribuzione».

Comments are closed

  • Categorie

  • Tag

Articoli Correlati