Job In Tourism > News > L’autunno è la stagione degli eventi

L’autunno è la stagione degli eventi

In vista della fine dell’anno, molte associazioni di categoria organizzano momenti d’incontro per festeggiare i traguardi raggiunti e guardare al futuro con rinnovato entusiasmo

In vista della fine dell’anno, molte associazioni di categoria organizzano momenti d’incontro per festegg

Di Marco Bosco, 22 ottobre 2018

Con l’arrivo dell’autunno e l’approssimarsi della fine dell’anno si fa come di consueto frenetica l’attività delle associazioni di categoria del mondo dell’hôtellerie e del food & beverage: semestrali, assemblee e convegni si susseguono senza soluzione di continuità nelle settimane che precedono il mese di dicembre, quando inizia puntuale il periodo delle consuete, e più che piacevoli, feste e cene natalizie.

È così che il prossimo 23 ottobre, presso Bologna Congressi, si terrà il simposio per il venticinquesimo dalla fondazione dell’Accademia maestri pasticceri italiani (Ampi). Un modo per celebrare e riaffermare il valore e la qualità della pasticceria italiana attraverso il lavoro dei suoi oltre settanta maestri che, per l’occasione, daranno sfoggio delle loro abilità attraverso la realizzazione di tre pièce di alta pasticceria. L’italianità fra tradizione e innovazione sarà quindi il tema portante dell’evento: «La nostra pasticceria gode di un valore intrinseco enorme, che deriva dalla ricchezza di tradizioni e conoscenza che il nostro popolo vanta e mantiene», racconta infatti il presidente dell’Ampi, Gino Fabbri. «L’italianità è un merito e ogni accademico lo dimostra quotidianamente e lo dimostrerà anche al simposio con il suo diretto contributo». Da non dimenticare è pure la consegna del trofeo Pavoni al Pasticcere dell’anno, prestigioso riconoscimento che, in occasione del venticinquesimo anniversario dell’associazione, aumenta ancora di più la sua importanza. A fare da padroni di casa, oltre al presidente Fabbri, dell’omonima pasticceria, i maestri Francesco Elmi del Regina di Quadri e Marco Antoniazzi del Caffè Zanarini.

Il 4 novembre si aprirà quindi il sessantatreesimo congresso nazionale dell’Associazione maîtres italiani ristoranti alberghi (Amira), che si terrà presso l’Hotel Cenacolo di Assisi: cinque giorni di programma intenso, che prevede, oltre all’assemblea generale, momenti di formazione, una visita alla città umbra, nonché tour e degustazioni arricchiti dalle consuete occasioni di convivialità tra colleghi.

A seguire, nelle due giornate del 12 e 13 novembre, arriva quindi il momento del convegno nazionale Solidus con il suo attesissimo premio dedicato ai migliori Professionisti dell’anno del settore turistico-alberghiero. In programma presso il nuovo palazzo di regione Lombardia, l’incontro si concentrerà su un tema scottante e attuale come quello della penetrazione delle mafie nel mondo del food & beverage. Tra gli interventi, si segnala il contributo dell’associazione Doof, composta da giornalisti, blogger e influencer f&b impegnati su questioni etiche, nonché quello della coordinatrice distrettuale antimafia, Alessandra Dolci, e del presidente della commissione antimafia del comune di Milano, David Gentili. A completare l’evento, un concorso per giovani barman delle scuole lombarde.

Pochissimi giorni dopo, dal 15 al 18 novembre, sarà quindi la volta di un altro congresso nazionale giunto ormai alla sua quarantesima edizione: i portieri d’albergo della Uipa – Les Clefs d’Or si riuniranno a Napoli, presso il Grand Hotel d’Oriente, per confrontarsi e discutere sul passato, sul presente e sul futuro dell’associazione. La kermesse vedrà pure l’assegnazione del premio Carlesi, ex premio Franzetti: aperto a tutti i soci effettivi under 35, il concorso vedrà confrontarsi tra loro un rappresentante per ciascuna regione. Il vincitore avrà la possibilità di partecipare al Les Clefs d’Or Award, in programma durante il sessantaseiesimo congresso internazionale delle Chiavi d’Oro, in programma a Cannes dal 22 al 27 marzo 2019.

In calendario per fine novembre, dal 23 al 25, è infine pure il novantottesimo semestrale Aira. Il tradizionale appuntamento dell’Associazione italiana impiegati d’albergo, che unisce momenti di confronto e convivialità, avrà questa volta come scenario la città di Reggio Emilia e il suo hotel Cristallo, diretto da Antonio Di Meglio e parte del gruppo Ch Hotels di Antonio Calabrese. Organizzata dalla divisione locale dell’Aira, la kermesse prevede la partecipazione a un convegno sulla città natale del nostro tricolore, con spunti e riflessioni sui primi 50 anni dell’associazione (1969 – 2019). Ma non mancheranno neppure le occasioni per visitare alcune delle più belle località, e per deliziare i partecipanti con le migliori prelibatezze, della Food valley più nota d’Europa.

Comments are closed

  • Categorie

  • Tag

Articoli Correlati

Nessuna news correlata.