Job In Tourism > News > Territorio > Italia fuori dalla top 10 del Country brand index 2010

Italia fuori dalla top 10 del Country brand index 2010

Di Giorgio Bini, 14 gennaio 2011

Brutte notizie per l’immagine dell’Italia. In attesa che il 2011 porti finalmente i miglioramenti tanto attesi per il mercato dell’industria dei viaggi e dell’ospitalità del nostro paese, l’ultima edizione del Country brand index, l’indice Futurbrand che annualmente analizza 110 differenti nazioni sulla base della forza del loro marchio, per la prima volta non ha incluso l’Italia nella top 10 dei brand più forti al mondo. E quel che è peggio è che tale risultato è il frutto di un declino costante dell’immagine del nostro paese. L’Italia era, infatti, prima nel 2005, terza nel 2006, quinta nel 2007 e, dopo il recupero di una posizione nel 2008, sesta nel 2009, prima di precipitare, l’anno scorso, al dodicesimo posto. Il nostro paese «sembra scontare il suo persistente stato di conflittualità, i vari scandali che hanno investito la politica e i pesanti riflessi della crisi economica», racconta l’amministratore delegato di FutureBrand Milano e Parigi, Susanna Bellandi. L’Italia, in particolare, mantiene la leadership mondiale nei segmenti «arte e storia» e «cibo», si piazza nella top 10 per «spiagge», «shopping» e «vita notturna», ma non entra neppure tra i primi 25 brand della graduatoria nella categoria «business». In cima alla classifica del 2010 si trova così il Canada, seguito dall’Australia e dalla Nuova Zelanda. Appena fuori dal podio gli Stati Uniti, mentre il primo paese europeo in graduatoria, al quinto posto, è la Svizzera, con il Giappone sesto e la Francia settima. A concludere la top 10, rispettivamente in ottava, nona e decima posizione, la Finlandia, il Regno Unito e la Svezia.

Comments are closed

  • Categorie

  • Tag

Articoli Correlati