Job In Tourism > News > News > Internet e turismo, una sfida

Internet e turismo, una sfida

Di Antonio Caneva, 19 marzo 2004

La tecnologia permette alle aziende di realizzare progetti, ma deve essere adattata alle esigenze di ciascuna realtà per generare reale valore aggiunto (M. Porter)

Il mondo aziendale ha dovuto confrontarsi nel corso degli ultimi anni con l’avanzare delle nuove tecnologie, ma nella realtà italiana, dove il 95% dell’economia è rappresentato da piccole e medie imprese, questo ha comportato un particolare cambiamento culturale. La necessità d’innovazione tecnologica si viene così a confrontare con il difficile bilanciamento tra flessibilità operativa e tradizione culturale.
Il convegno organizzato da Job in Tourism, in collaborazione con l’Università della Bicocca, vuole appunto approfondire i vari aspetti legati alle nuove tecnologie, e con l’aiuto dei vari relatori analizzare la validità dei motivi che portano a ripensare da cima a fondo il marketing nell’era digitale, anche se ciò non significa inventare una nuova disciplina partendo da zero, ma integrarla con elementi nuovi.
Nella prima parte del convegno, che avrà luogo all’hotel Enterprise di Milano, con i suoi accoglienti ed esotici saloni e con le sue attrezzatissime sale meeting, si parlerà della presenza degli hotel in rete. Domande fondamentali: come deve essere un sito web? Quali caratteristiche deve avere? Qua è l’elemento che fa crescere rapidamente il numero dei visitatori?
Nell’era della comunicazione multimediale è inevitabile essere sommersi da informazioni di ogni tipo e natura, rischiando così di rimanere disorientati e di annegare in una marea di notizie, fra cui è difficile selezionare ciò che è utile da ciò che è irrilevante. Non è quindi impresa facile per gli albergatori riuscire a distinguersi, in uno scenario in cui si avvicendano rapidamente migliaia di offerte provenienti da ogni parte del mondo. Su questi argomenti interverranno il professor Alessandro Cederle, docente di ???????? alla Bicocca, e Paolo Bonelli ????.
Proprio per premiare la creatività, l’intuizione, la flessibilità, l’innovazione e la capacità di sfruttare le potenzialità dei diversi mezzi e strumenti di comunicazione, Job in Tourism ha promosso il Premio <> che intende essere un riconoscimento per i siti che più rispondono alle esigenze dei fruitori.
Un sito incisivo e facilmente accessibile permette di incrementare le prenotazioni on line. L’importante è capire, quindi, come garantirsi il successo della vendita delle camere, sapere come devono essere gestite le prenotazioni on line,ma anche come usare la rete per dare un’ulteriore servizio al cliente e al tempo stesso avere informazioni dal mercato. Su questi argomenti parlerà Dennis Zambon, presidente del Gruppo terziario turistico di Assolombarda, portando la sua diretta esperienza.
Ancora oggi molte aziende considerano la presenza in rete solo un costo, non ne sfruttano i vantaggi e quando si dedicano al brand positioning on line commettono molti errori dovuti a un’errata considerazione delle potenzialità del web e a una tardiva revisione dei processi di web marketing.
Il punto di partenza per un buon posizionamento di un’azienda su internet è la conoscenza approfondita del web, delle sue strategie di comunicazione e dell’e.branding.
La rete non va percepita come un semplice mezzo o canale di comunicazione, ma anche come un reale strumento di servizio e di intrattenimento, come spiegherà Sthephen Shalliker della società Quadriga, fornendo anche un quadro di quanto avviene sui mercati internazionali.
C’è un importante quesito che forse non è mai stato posto e verificato in profondità: qual è la brand experience che i clienti hanno quotidianamente quando interagiscono con un’impresa? Si può riuscire a soddisfare le loro aspettative emozionali oltre che razionali?
Nella seconda parte del convegno verrà affrontato il tema ancora abbastanza sconosciuto della tecnologia wireless che permetterà agli albergatori di vincere la sfida soprattutto sul mercato corporate.
Proprio la nuova connessione a internet veloce e senza fili consentirà di fidelizzare ancor di più il cliente business e sicuramente sarà un elemento di differenziazione rispetto alla concorrenza, qualificando l’albergo dotato di servizi innovativi.
Anche in questo caso le domande che si pone un albergatore sono tante: qual è la soluzione più adatta, via cavo o via radio? Quali saranno i costi iniziali? Quali le implicazioni future?
Il punto di partenza per il buon posizionamento di un’azienda su internet è quindi la conoscenza approfondita del web e delle sue strategie di comunicazione. La rete va percepita come un reale strumento di business.
L’apparente caos del mercato, con miriadi di variabili in costante cambiamento, non può essere gestito da strutture rigide autoreferenziali, ma da aziende pronte a recepire le costanti sollecitazioni delle nuove informazioni e arrivare così a nuove interazioni interne ed esterne.
La vera sfida del management del settore alberghiero è la creazione di condizioni che consentano l’evoluzione della propria struttura e allo stesso tempo il raggiungimento degli obiettivi necessari per avere sempre maggior peso sul mercato.

Comments are closed

  • Categorie

  • Tag

Articoli Correlati