Job In Tourism > News > Risorse umane > Integrare pratica e teoria

Integrare pratica e teoria

Programmi tagliati su misura per figure senior e junior

Programmi tagliati su misura per figure senior e junior

Di Marco Beaqua, 25 febbraio 2011

«Alla base della nostra filosofia formativa», spiega Vana Najjar, regional admission director della divisione hospitality del network di istituzioni accademiche Laureate Hospitality Education, di cui fanno parte sia Glion sia Les Roches, «c’è il preciso obiettivo di soddisfare le esigenze dei nostri allievi: da coloro che frequentano il primo anno dei nostri corsi di laurea a chi invece si trova nell’ultimo semestre di un master in business administration (Mba). In particolare, per i professionisti dell’ospitalità alla ricerca di formazione di alto livello offriamo un ventaglio di proposte davvero ampio e siamo inoltre disponibili a costruire programmi taylor made pensati sulle specifiche esigenze di ogni singola persona».
«Ci riferiamo soprattutto ai nostri diplomi post graduate (Pgd)», le fa eco la responsabile marketing Italia, Francesca Bonzo. «Programmi particolarmente apprezzati in Italia, da dove giungono molti dei nostri allievi Pgd. Si tratta spesso di manager provenienti da strutture a conduzione familiare, attirati dall’internazionalità dei nostri ambienti e dalla flessibilità dei nostri corsi. Siamo, infatti, in grado non solo di offrire contenuti taylor made, ma anche di costruire percorsi di durata variabile da un minimo di un semestre a un massimo di tre. Presso l’istituto Glion, inoltre, laddove il programma prevede anche un’esperienza pratica, diamo ai partecipanti la possibilità di svolgerla presso il proprio luogo di lavoro abituale».
E per quanto riguarda gli Mba, invece? «I nostri master sono altrettanto flessibili, con percorsi taylor made cuciti sulle misure degli iscritti», prosegue Najjar. «Il tutto pur conformandosi scrupolosamente alle condizioni dettate dalla New England association of schools and colleges (Neasc), che nel 2006 ha rilasciato a entrambi i nostri istituti il Commission of institutions of higher education. A ciò si deve aggiungere, inoltre, il rispetto delle richieste delle istituzioni europee, che certificano i master sul territorio del Vecchio continente quando il candidato soddisfa determinati criteri di età ed esperienza professionale».
Ma l’offerta formativa dei due istituti svizzeri non si esaurisce solo nei programmi senior; comprende pure un elevato numero di corsi di laurea manageriali. «Anche in questo caso, il nostro fiore all’occhiello è la capacità di adattare i programmi alle esigenze degli studenti, i quali, com’è naturale che sia, desiderano soprattutto avere il maggior numero di opportunità possibile per entrare nel mondo del lavoro», racconta ancora Najjar. «È per questo motivo che sottoponiamo periodicamente i nostri programmi all’analisi e al giudizio di un panel di consulenti: professionisti del turismo, esterni agli istituti, incaricati di valutare le performance educative dei nostri programmi e di suggerire, di volta in volta, proposte e idee per migliorare ulteriormente l’offerta formativa e per realizzare nuovi corsi e percorsi educativi».
Il tutto, senza rinunciare mai alla costante integrazione tra teoria e pratica, aspetto caratterizzante di ogni esperienza formativa Glion e Les Roches. «Crediamo moltissimo nel cosiddetto hands-on learning, espressione anglosassone che in italiano si può tradurre con la perifrasi imparare mettendoci le mani sopra», osserva di nuovo Bonzo. «Si tratta di un’immagine particolarmente efficace di ciò che noi intendiamo trasmettere tramite i nostri programmi educativi. Durante il loro percorso di studi, gli allievi, infatti, oltre a effettuare una serie di esperienze di internship in diverse strutture alberghiere di livello internazionale, sperimentano direttamente in istituto il lavoro e le mansioni tipiche di ogni comparto alberghiero».
Il programma pratico risponde peraltro a reali esigenze del mercato contemporaneo. «Negli ultimi tempi, in effetti», continua Najjar, «il percorso di crescita professionale all’interno del comparto ricettivo sta progressivamente cambiando natura: non si diventa più general manager dopo una pluriennale esperienza lavorativa, iniziata magari partendo dai livelli base dell’hôtellerie; ora le imprese cercano soprattutto risorse giovani e preparate da inserire immediatamente nello staff esecutivo. I nostri programmi pratici garantiscono perciò agli allievi quell’esperienza vitale a comprendere le dinamiche interne di ogni singolo comparto: un’esperienza che difficilmente sarebbero altrimenti in grado di compiere durante tutto l’arco della loro futura carriera lavorativa».

Le novità

Il diploma postuniversitario in business administration for culinary arts professionals (Pgd)
In programma presso l´istituto Les Roches, a partire dal prossimo mese di agosto, si rivolge ai professionisti del food & beverage (chef, maître, gestori di ristoranti e bar) con almeno tre anni di esperienza lavorativa alle spalle e un buon livello di inglese, che desiderano migliorare le proprie conoscenze in materia di management e leadership. Il Pgd, della durata di un anno, è in particolare indicato per chi intende intraprendere una carriera internazionale ed è alla ricerca di offerte lavorative nelle migliori catene alberghiere o mira ad aprire il proprio business.

Mba in international hospitality and service industries management
Primo corso interamente on-line offerto della scuola di Glion è rivolto ai manager dei settori turismo e ospitalità con un diploma di laurea triennale, un buon livello d’inglese e minimo cinque anni di esperienza lavorativa alle spalle. Partito lo scorso mese di gennaio, offre percorsi specialistici in general management for the service industries, marketing and innovation, asset and revenue management e self designed.

Comments are closed

  • Categorie

  • Tag

Articoli Correlati